Attualità

Lega Pro: il Savona a Monza sotto le telecamere di Rai1 sport

Questa volta il grande cuore biancoblu ha fatto veramente un miracolo! I tre gol rifilati al Renate negli ultimi minuti di gioco, con conseguente clamoroso ribaltone del risultato, hanno veramente esaltato il pubblico savonese, infreddolito dalla solita domenica di maltempo. Era una partita delicatissima, quella che opponeva i ragazzi di Corda al Renate, squadra temibilissima in avanti, ma non imperforabile. Gia all’andata, a Meda, Zanetti aveva messo in difficoltà Taino e la retroguaria degli striscioni, prima a destra e poi, come domenica, a sinistra. E, proprio come a Meda, è stato l’attaccante nerazzurro a portare in vantaggio gli ospiti, con una deviazione non si sa quanto voluta, ma comunque efficacissima. Nella ripresa i biancoblu, che già nel primo tempo avevano avuto delle buone occasioni per segnare, hanno sprecato un pallone d’oro con Virdis, che, forse, ha cercato di aggirare il portiere, sottovalutando le insidie del terreno viscido.

Poi è venuto il raddoppio del Renate, a circa dieci minuti dal termine. A quel punto un’altra squadra avrebbe alzato bandiera bianca, arrendendosia quello che sembrava l’insuperabile muro difensivo nerazzurro. Il Savona invece è ripartito alla carica, risucendo a sfondare le linee avversarie con un inserimento da dietro del difensore Miale. E subito, nonostante mancassero sei minuti e mezzo alla fine, si è capito che il pareggio non era più un’utopia e che, chi aveva abbandonato lo stadio, aveva avuto torto. Al pareggio ha pensato Gallon con un tiro dal limite bellissimo, che si è infilato nel sette alla sinistra dell’esterefatto Galli. Al cuore i ragazzi di Corda hanno affiancato la qualità. E non era ancora finita, perché di nuovo Miale ha infilato la difesa del Renate per il definitivo 3-2. E questo nonostante il pessimo arbitro Pelagatti, il solito toscano indisponente, si sia inventato un recupero di ben sei minuti. Le altre partite della giornata hanno visto gli arbitri protagonisti decisivi: a Venezia i lagunari si sono imposti con un rigore di Godeas al 94’, a Rimini è stata la Pro Patria ad usufruire della massima punizione a due minuti dal termine per l’uno a uno finale; l’episodio però più contestato è avvenuto a Portomaggiore, dove l’arbitro Rocca di Vibo Valentia ha concesso un rigore al Castiglione al 18’ del primo tempo, espellendo anche il difensore della Giacomense. Dalle immagini televisive, l’intervento del giocatore di casa è sembrato sulla palla, non certamente da rosso. Ma veniamo al Monza, prossimo avversario del Savona. I brianzoli hanno ottenuto un ottimo pareggio sul terreno del Bassano (1-1), che è riuscito a riequilibrare l’incontro solo nella ripresa, e su rigore. Il Monza di Asta ha perso sinora solo tre partite, una delle quali proprio al Bacigalupo, ed è reduce da nove risultati utili consecutivi; in casa, dopo la sconfitta con il Mantova, ha ottenuto tre vittorie consecutive. Dunque sarà dura, come sempre. Non ci sono squalificati fra i biancoblu, e torna disponibile Quintavalla. Probabile formazione anti-Monza:

Aresti; Belfiore (Taino), Miale, Marconi, Quintavalla; Carta, Agazzi, Gentile (Molino), Cattaneo; Virdis, Gallon. Allenatore Ninni Corda. In panchina: Gozzi, Antonelli, Taino, Molino, Mazzotti, Scotto, Romero.
I risultati della 21^ giornata; sabato 26 gennaio, Fano-Bellaria 1-0; domenica 27 gennaio,: Casale-Venezia 2-3; Castiglione-Bassano 0-0; Forlì-Giacomense 2-1; Pro Patria-Milazzo 5-0; Renate-Mantova 4-3; Santarcangelo-Alessandria 1-1; Valle d’Aosta-Rimini 0-2. Lunedì 26 gennaio, ore 20.45: Monza-Savona.
Classifica: Castiglione pt. 43; Pro Patria 41; Savona 40; Renate 35; Bassano 34; Alessandria 32; Venezia, Forlì e Mantova 31; Monza 26; Valle d’Aosta e Bellaria 21; Santarcangelo 20; Giacomense 18; Rimini 19; Fano 17; Casale 15; Milazzo 8.
Pro Patria, Renate, Savona, Alessandria, Forlì, e Santarcangelo una partita in meno. Monza due.
Penalizzazioni: Monza -6; Casale -5; Fano, V.Aosta e Forlì -1
I marcatori: 16 reti, Virdis; 14 reti, Varricchio e Serafini; 13 reti, Ferrari e Brighenti; 12 reti; 11 reti, Del Sante e Petrascu.
I successivi impegni dei biancoblu: 3 febbraio, Savona-Santarcangelo (22^); 10 febbbraio, riposo; 17 febbraio, Mantova-Savona(23^).
Filippo De Nobili

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: