Cultura e Musica

Nelle cellette del Priamar le opere di Adriana Olivari

Savona rivali, ma anche gemellate nell’Arte. In contemporanea si svolgono due eventi che per location e intenti appaiono antagonisti. Adriana Olivari presenta le sue opere alle Cellette del nostro Priamar e arricchisce il suo percorso con interventi di altri artisti,coinvolge il pubblico con performance di vario tipo e svolge una lezione didattica per i bambini con un laboratorio.

Al prestigioso Ducale a Genova, nella Sala Liguria Spazio Aperto, si è inaugurata una nutrita collettiva che raccoglie le opere a a tema o meno di oltre un centinaio di Artisti nostrani e provenienti da altre regioni, organizzata dal Circolo degli Artisti di Albisola Marina, la fondazione I100 Fiori, Fondazione Regionale per la Cultura e lo spettacolo con il patrocinio dei Comuni di Savona e delle Abissole. Da una parte l’intento è di dilatare la conoscenza del mondo dell’arte e di stimolare le capacità creative dell’individuo, specialmente i bambini che sanno esprimersi con meno remore degli adulti, mentre in un gioco di da ut des si è invitati a scrivere un pensiero in cambio di un pezzo… di cuore (in ceramica) dell’Artista; nelle maestose sale genovesi il visitatore rimane in una classica posizione di ascoltatore e di osservatore e dialoga con gli Artisti solo verbalmente mentre la vista rimane abbacinata dalla varietà di colori, forme e stili. Due modi di intendere l’arte  che sono inconciliabili antagonisti: passato e presente-futuro anche se esprimono passione per l’arte e desiderio di farla vivere nonostante le difficoltà del contemporaneo.

Gabriella de Gregori

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: