Cultura e Musica

Presentazione del romanzo “Miracolo a Castelvecchio di Rocca Barbena”

Sabato, alle ore 18.00, nella suggestiva cornice di piazza della Torre a Castelvecchio di Rocca Barbena (Sv) si terrà, con il Patrocinio del Comune di Castelvecchio di Rocca Barbena, della Provincia di Savona e della Regione Liguria, la prima presentazione del romanzo “Miracolo a Castelvecchio di Rocca Barbena” di Ippolito Edmondo Ferrario.

L’autore milanese classe 1976, (www.ippolitoedmondoferrario.it), e’ scrittore e giornalista, già Cittadino Onorario di Triora e legato da anni da profondo affetto al borgo di Castelvecchio di Rocca Barbena; con questo lungo romanzo “corale” ha voluto rendergli omaggio scegliendolo come ambientazione per la sua storia. Ferrario, già autore di saggi e di romanzi noir liguri, ha affrontato un nuovo filone letterario in cui l’ironia e una forte vena surreale vengono utilizzate per narrare temi di assoluta attualità e soprattutto per dar vita a personaggi di paese curiosi e stravaganti, alcuni dei quali realmente esistenti, mentre altri frutto della finzione letteraria. A presentare il libro e l’autore interverrà Marco Vallarino, giornalista e scrittore.
Il libro racconta la storia di come la tranquilla vita di un borgo d’origine medioevale dell’entroterra ligure, Castelvecchio di Rocca Barbena appunto, venga improvvisamente turbata dalla notizia dell’esistenza di una fonte capace di guarire i mali più incurabili. Dopo le prime guarigioni il paese inizia a diventare meta di malati, ma anche di pellegrini in cerca di un miracolo. Don Gigio Faraldi, il mellifluo parroco del paese, sogna una nuova Lourdes ligure con tanto di santuario e piscine per i malati, il paranoico Modesto Modestini, medico condotto, assiste impotente alla fuga dei pazienti dal suo studio che preferiscono affidarsi alla Madonna della Santissima Acqua di Castelvecchio di Rocca Barbena e il sindaco Bernardo Miralanza deve fronteggiare surreali problemi di ordine pubblico. Tutti invocano la Vergine, alcuni asseriscono di vederla. Il borgo sembra cadere preda di una follia collettiva in cui si muovono orde di fanatici devoti della Madonna, abbronzatissimi conduttori televisivi, impresari edili senza scrupoli, moderni druidi ed etilici filosofi da osteria. Ma se la Madonna, quella vera, tutto ad un tratto si fa viva sfoggiando un temperamento più vendicativo del Dio biblico, chi mai potrà ristabilire la tranquillità perduta?
In occasione della presentazione, che in caso di maltempo si sposterà nei locali della vecchia sede municipale di via Roma 28, sarà possibile acquistare le copie del libro, di cui parte del ricavato e i relativi diritti d’autore verranno devoluti a favore della Fondazione Luigi De Marchi di Milano che si occupa di bambini con problemi oncologici ed epatopatici (www.fondazionedemarchi.it )

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: