Attualità

Approvata l’individuazione primo stralcio opere di riqualificazione parco urbano Prolungamento e spazio pubblico alla base della fortezza del Priamar

Approvata nel corso della seduta di Giunta di ieri l’individuazione delle opere di primo stralcio inerenti Progetto integrato “Savona P.I.U’ Savona”- Riqualificazione del parco urbano del Prolungamento e riqualificazione dello spazio pubblico alla base della Fortezza del Priamar. Le opere riguardano due aree di intervento: Lungomare Tobagi e piazzale Eroe dei due mondi: superficie: 8.700 mq, importo lavori: euro 870.000,00; Interno Fortezza del Priamar: superficie: 1.400 mq , importo lavori: euro 70.000,00.

Unitamente a quanto descritto, sono previsti anche interventi locali di piantumazione degli alberi mancanti lungo il viale Alighieri e piccole manutenzioni al viale stesso, al fine di rafforzarne la prospettiva verso il monumento, per un importo totale lavori pari a euro 940.000,00. Dichiara il Vice Sindaco con deleghe a Urbanistica, grandi infrastrutture, programmi innovativi, POR, Livio di Tullio: “Abbiamo ritenuto importante dare continuità alla passeggiata del Lungomare. Abbiamo svolto interventi di miglioramento in corso Vittorio Veneto, mentre a fine estate inizieranno i lavori di via Cimarosa. Abbiamo immaginato di dare precedenza alla parte a mare del Prolungamento per creare una passeggiata che porti fino all’area degli ex magazzini comunali del Priamar, e comprenda la sistemazione dell’area, perché, così facendo, quando partiremo con i lavori al Priamar collegheremo quell’area con il retro della galleria antiaerea della Fortezza”.

Questo il dettaglio degli interventi:
Passeggiata del lungomare
Uno degli obiettivi principali che si propone il progetto, riguarda il miglioramento e la valorizzazione della passeggiata del lungomare, sulla quale affacciano gli ingressi agli stabilimenti balneari e che rappresenta l’interfaccia principale verso il mare, anche da parte della città. Possiamo considerare la passeggiata Walter Tobagi come un disegno unitario comprendente anche la parte del piazzale Eroe dei due Mondi aperto verso il mare, e la passeggiata Trento e Trieste, che culmina nel piccolo belvedere dal quale la vista spazia comprendendo la Fortezza, il Porto, il mare, il parco, la spiaggia con gli stabilimenti balneari. In questa ottica l’elemento principale della passeggiata è rappresentato dalla lunga panca/seduta che, articolata lungo il filare di palme davanti agli stabilimenti balneari, vuole caratterizzare in maniera contemporanea il viale a mare e che si trasforma, nel suo percorso in seduta, luogo per sdraiarsi al sole, ricorso sulla pavimentazione. Il progetto, oltre alla ripavimentazione completa della passeggiata, prevede anche il miglioramento del muretto a confine verso gli stabilimenti balneari, conferendo maggiore qualità al muretto attuale, con la sostituzione dello schienale con uno di maggior stabilità e consistenza. Completa l’idea di progetto l’installazione di un nuovo sistema di illuminazione con lo scopo di dare maggiore qualità complessiva all’intervento.

Spazio pubblico alla base della fortezza del Priamar
L’area di progetto inerente le aree ai piedi della fortezza monumentale del Priamar è costituita da due aree, raggiungibili dalla zona est dei Giardini del Prolungamento. Essa rappresenta un importante ambito di connessione con le aree ubicate ad est, sottostanti il Priamar ed attualmente utilizzate dalla Autorità portuale di Savona ma destinate a divenire aree urbane, quale riscoperta di superfici ormai dimenticate, sicuramente da restituire ad una fruizione pubblica come spazi di aggregazione per eventi culturali o ludici nonché ambito di sosta con caratteri di scoperta in alternativa agli spazi dei giardini del prolungamento. Dette aree costituiranno congiunzione tra il parco urbano e parte del Priamar, in futura connessione e completamento. Il progetto da realizzare va pertanto inteso come lotto funzionale per futuri sviluppi, sia per quello che riguarda il recupero funzionale delle cellette sotto la Passeggiata Trento e Trieste, sia di accesso e sviluppo a mare, sia per creare una connessione importante verso la fortezza. Si prevede la riqualificazione funzionale di questi due spazi mediante una nuova pavimentazione: in conglomerato ecologico il primo, mentre il secondo sarà pavimentato con ghiaietto. Sarà inoltre ripristinato il percorso in quota per di collegamento con le aree sottostanti il Priamar, attraverso un riempimento ed un adeguamento delle quote e delle pendenze.

A completamento di questa parte il progetto prevede:
• la pulizia dalla vegetazione infestante delle aree e delle parti rocciose limitrofe;
• la demolizione di parte del muro della passeggiata Trento e Trieste per permettere di riappropriarsi della vista sulla fortezza e sugli spazi interni;
• la collocazione di un sistema di illuminazione a raso che permetta di valorizzarne gli elementi caratteristici.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: