Attualità

Turismo esperenziale con il pesto biologico dell’azienda Bio Vio

L’appuntamento culinario, curato da Chiara Ascheri Vio, si è svolto negli spazi dedicati alla degustazione della cantina “La Casetta” ed ha visto l’adesione di tantissimi turisti stranieri, russi in particolare, che hanno aderito a “Ranzo in Vigna”, la manifestazione organizzata dal Comune della Valle Arroscia, sotto l’egida di Coldiretti, progetto Campagna Amica, con il supporto tecnico del centro Studi dell’Istituto Alberghiero F. Maria Giancardi di Alassio, il contributo dell’azienda Marchisio S.p.A. e la collaborazione degli Hotel Savoia, Europa e Concordia e dei residence Le Terrazze e Villa Firenze della Città del Muretto.

L’educational rientra nel progetto di comunicazione turistica “Italian Riviera Style” ed è finalizzato a promuovere, attraverso una campagna di marketing 2.0 e sui principali social network mondiali, Facebook e VKontakte il brand Liguria. Dopo la “scuola di pesto in riva al mare”, prosegue l’impegno di Franco Laureri, responsabile del centro studi del “Giancardi”, nella promozione del turismo enogastronomico legato all’entroterra ligure. La manifestazione “Ranzo in Vigna” ha visto la partecipazione attiva delle aziende agricole e vitivinicole La Fattoria, Massimo Alessandri, BioVio, La Casetta e Deperi e la presenza del presidente della IV commissione Attività produttive della Regione Liguria, Sergio Scibilia, di Iolanda Gibelli, della Gadis Tourist Service, di Borgomaro e di Nadia Bonfiglio dell’ agenzia Viaggio Martini, di San Bartolomeo al Mare, interessati a promuovere queste nuove proposte turistiche.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: