Cultura e Musica

Presentazione del volume degli Atti del Convegno Nazionale di Studi su Aldo Capasso

aldo capassoGiovedì alle ore 16.30, nella Biblioteca Civica di Vado Ligure, a Villa Groppallo, sarà presentato il volume che racchiude gli Atti del Convegno Nazionale di Studi su Aldo Capasso, tenutosi a Carcare il giorno 20 aprile 2012 presso il Liceo “Calasanzio”. La pubblicazione di 175 pagine, uscita nell’aprile del 2013 per i tipi di Claudio Zaccagnino editore in Genova, offre la possibilità di avere a disposizione i risultati dell’importante evento culturale, voluto e organizzato dal Liceo carcarese, attuato con il contributo della Fondazione “A. De Mari” di Savona e con il prestigioso patrocinio della Regione Liguria, della Provincia di Savona, del Comune di Carcare, del Comune di Venezia e dell’I. S.V. A.V. altarese; una giornata di studi che ha raccolto i lavori di apprezzati critici, docenti universitari o comunque italianisti di vaglia, e che in qualche modo ha colmato una lacuna sentita nell’ambito culturale della nostra provincia e in particolare dell’area valbormidese. Da tempo, infatti, in Valbormida, in quella terra ove Capasso giunse nella prima infanzia e nella quale scelse poi di permanere per l’intero arco della propria esistenza fino alla morte, avvenuta nel 1997, si pensava ad un’iniziativa di rilievo che meglio mettesse in luce i meriti e il ruolo dell’illustre concittadino. Grazie anche alle sollecitazioni della vedova di Aldo Capasso, madame Florette Morand Capasso, da sempre animatrice di tante manifestazioni culturali ed edizioni di Premi intitolati al marito, così da onorarne e tener viva la memoria, si decise di realizzare un Convegno che potesse continuare nel cammino di ripensamento critico tanto luminosamente intrapreso dal Convegno intitolato “…nato a Venezia”, tenutosi per iniziativa della Biblioteca Marciana, dell’Ateneo Veneto e dell’Università Ca’ Foscari a Venezia (Città natale del Nostro) il giorno 11 dicembre 2003, attestato dagli Atti editi nel 2008. Si stabilì, pertanto, di indagare la figura del letterato, del poeta, del critico nonché del giornalista, con attenzione alla dimensione biografica e a quella delle frequentazioni culturali; si assunse l’onere di progettare tale giornata valbormidese di studi il Liceo “Calasanzio” di Carcare, in quanto erede del glorioso Collegio dei Padri Scolopi e di quella sua indubbia funzione di centro di cultura del Territorio, mantenuta nei secoli dagli albori del Seicento. A giudicare da quanto si può leggere in questa pubblicazione, sembra di poter affermare con una certa serenità che l’obiettivo è stato felicemente raggiunto, soprattutto in virtù dell’impegno e del livello dei relatori, a cominciare dal prof. Giovanni Farris, già docente all’Università di Genova e probabilmente lo studioso con la maggiore conoscenza del Capasso, il cui fondamentale ed ampio saggio Guida all’opera letteraria di Aldo Capasso apre il volume. Seguono nel testo altri cinque contributi: Pier Luigi Ferro, Il passo del cigno: Un’ “alta voce che par sicura”. A proposito de Il passo del cigno di Aldo Capasso; Francesco D’Episcopo, docente all’Università di Napoli, Primo Tasso (il “Tassino”) di Capasso: il “Rinaldo”; Fulvio Bianchi, Capasso critico chiabreresco; Ilia Pedrina, Aldo Capasso giornalista e critico letterario; Gustavo Malvezzi, attualmente Docente di Letteratura poetica e Drammatica al Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria, Capasso in musica. Presenta il volume degli Atti il prof. Fulvio Bianchi, attualmente Dirigente Scolastico del Liceo “Grassi” di Savona e allora Dirigente del Liceo “Calasanzio”, in veste di Italianista – noto a livello nazionale soprattutto per vari saggi sul Chiabrera e più volte relatore in vari Convegni – e appunto come tale già Coordinatore del citato Convegno Nazionale su Aldo Capasso e curatore, insieme con il Prof. Giannino Balbis e la Prof. ssa Paola Salmoiraghi, della pubblicazione.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: