Economia

Oscar navali: in finale due yacht Mondomarine

mondomarine savonaDue imbarcazioni uscite dal cantiere Mondomarine di Savona sono state incluse tra le finaliste del prestigioso premio della nautica internazionale organizzato da Boat International, il World Superyacht Awards, giunto alla nona edizione. Il motor yacht Nameless compete nella categoria per il miglior semi-dislocante o planante 3 ponti di taglia compresa tra i 30 ed i 44.9 metri di lunghezza fuori tutto. Il motor yacht Auspicious compete invece nella categoria per il miglior yacht ricostruito. La short-list dei finalisti include 62 tra gli yacht di maggior pregio consegnati nel 2013 in tutto il mondo. I vincitori nelle varie categorie riceveranno il trofeo che raffigura Nettuno, il dio del mare, nel corso di una sera di gala in programma il prossimo 3 maggio ad Amsterdam, presso il Museo Nazionale Marittimo. A giudicare I finalisti sarà una giria composta da un panel composto da 20 proprietari di yacht e due costruttori che si riuniranno a Kitzbühel, in Austria, nel corso del Superyacht Design Symposium in programma a febbraio. Nameless (nella foto) è un’imbarcazione tutta in alluminio, lunga 41 metri, consegnata lo scorso autunno all’armatore e presentata in pubblico per la prima volta al Monaco Yacht Show di Montecarlo. La sua costruzione nel cantiere di lungomare Matteotti ha richiesto 18 mesi e 100 mila ore di lavoro, coinvolgendo l’attività di circa 250 persone. Gli esterni sono stati firmati da Cor D. Rover, gli interni da Luca Dini. Auspicious rappresenta invece l’evoluzione di una precedente costruzione di Mondo Marine, l’ex Streamline II, Lungo 50 metri, lo yacht è stato ridisegnato e completamente rielaborato anche negli interni da parte degli stessi stilisti Cor D. Rover e Luca Dini. Tra i finalisti figurano imbarcazioni di altri grandi marchi della nautica italiana, da Azimut a Benetti, da Baglietto a Codecasa, da Perini a ISA Yachts.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: