Attualità

Provincia: un riordino che disordina

presidio provincia savonaQuello che doveva essere definito un riordino nell’amministrazione pare essersi rivelato invece un ulteriore fumo negli occhi in un panorama già troppo caotico. I funzionari dipendenti della Provincia si sono riuniti in presidio sotto il palazzo sede del loro impiego per protestare contro una manovra del governo che ha reso il quadro dei servizi ancora più traballante: ben 178 gli esuberi, a cui si aggiungono non solo la fragilità degli stipendi e dei posti di lavoro. “Oltre agli esuberi il problema sta nei servizi che vengono erogati – spiega Giancarlo Bellini, segretario provinciale della funzione pubblica della CGIL – che dovrebbero essere fatti conoscere meglio ai cittadini che li ricevono”. I lavoratori sono quindi riuniti per far sentire la loro voce, affinché venga fatta chiarezza su quello che sarà il loro futuro: “Siamo cittadini che lavorano per altri cittadini – aggiunge Bellini – e siamo consapevoli di questo; vogliamo sapere chiaramente cosa dovremo fare e cosa sarà del nostro lavoro”. Dopo l’occupazione dello scorso 5 dicembre nel palazzo della regione, quella dei funzionari pubblici è una protesta che va ad aggiungersi come tessera in un mosaico che raffigura chi lavora con sempre meno certezze sul suo avvenire.

Michele Alluigi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: