Attualità

VII Xmas Bowl Pirates Savona 1984

1067Una splendida giornata di sole riscalda  una buona cornice di pubblico arrivato al Ruffinengo di Savona per la VII edizione del  Pirates X’mas Bowl  2014.  L’evento , a carattere benefico a favore della Associazione Cresc.I  di Savona, ha coinvolto anche un nutritissimo gruppo di bambini delle Academy  Flag Pirates Savona  Loano e Sanremo, che  fin dal mattino, hanno dato vita a sfide divertenti e combattute. Sull’altro lato del  campo, i senior dei Pirates Flag Loano hanno sfidato la compagine delle Linci di Arona. Anche qui grandi giocate ed azioni divertenti e spettacolari. Nel primo pomeriggio inizia il triangolare di football americano. La prima sfida vede subito gli Arona 65ers sfidare i padroni di  casa i Pirates 1984 Savona.Subito una novità nelle file savonesi. L’esordio della giocatrice # 33 Alice Menaballi, tesserata Pirates ed in forza alle Fenici di Ferrara nelle cui file ha disputato e vinto il campionato femminile di football americano. Alice si sta allenando con i pirati ed è stata premiata dal coaching staff ligure per la sua determinazione e costanza, facendole disputare qualche azione con i suoi “fratellini” . Inizia la partita. Sulla carta non ci dovrebbe essere storia, ma gli aronesi partono forte e riescono a mettere subito in difficoltà la forte difesa ligure conquistando 3 primi down consecutivi, ma la sideline savonese  corre ai ripari con qualche aggiustamento e gli aronesi si fermano . Palla ai pirati che combinano subito un pasticcio dopo una buona corsa del # 11 Moreno di 10 yds , lo stesso nella successiva corsa,  perde palla e riconsegna la stessa ai piemontesi.  Un drive fatto di 3 giochi e gli aronesi segnano con una breve corsa del # 33 imbeccato dal quarterback piemontese Passera. La trasformazione non riesce . Arona 65ers 6 – Pirates 0. Doccia fredda per i liguri che si risvegliano  dal torpore e cominciano a macinare yards ma non riescono a concretizzare e vengono fermati sulle 20 yds  piemontesi.  Fase centrale del match sostanzialmente in equilibrio, con i liguri ancora alla ricerca del timing giusto mentre i piemontesi, ordinati e semplici contengono le sfuriate della offense black & blue.  Sembra quasi  che i liguri aspettino il momento giusto per sferrare il colpo del ko ed infatti ci  riescono, prima con un ottimo lancio del qb # 1 Burato su # 87 Raffaelli di circa 40 yds , che li porta a ridosso della end zone. Drive che viene concretizzato in td da una breve corsa centrale del # 34 Montuori . La successiva trasformazione non riesce. Arona 65ers  6 – Pirates 6. Fine primo tempo.  Nel secondo tempo un monologo savonese, con i liguri che non riescono a chiudere la partita in attacco, mentre la loro difesa impedisce ogni reazione ai piemontesi,provocando ad inizio secondo tempo un fumble in end zone piemontese, che fortunatamente per loro esce dal campo, dando ai savonesi solamente i due punti della safety. Arona 65ers 6 – Pirates 8.Fine match. Ora tocca ai Mastiff Ivrea affrontare i lacustri .  Partono forte gli eporediesi che segnano subito. Recuperano i gli aronesi con pareggio e sorpasso. Fine primo tempo . Matiffs 6 – Arona 65ers 12. Nel secondo tempo, troppi falli e molto nervosismo falsano la partita, che si risolve nei minuti finali, con un td degli eporediesi che a 2 minuti scarsi della fine pareggiano e con la successiva trasformazione  da 2 punti vanno a vincere la partita.    Arona 12 – Mastiff  14. Terza ed ultima partita tra Mastiff Ivrea  e Pirates Savona.  Nello scorso campionato furono proprio i piemontesi a dare del filo da torcere ai pirati, che vinsero con molta fatica ad Ivrea,  una partita in bilico fino alla fine, dove il maggior talento dei liguri prevalse sulla agguerrita formazione eporediese. Partono bene i piemontesi, ma l’attenta D pirata fa buona guardia. L’attacco ligure stenta  in quanto entra con una formazione nuova. Ma dopo un buon drive, la linea ligure apre un autostrada al talento di casa, # 44 Davide Leoni, assente lo scorso campionato per un infortunio occorso proprio in occasione del VI X’mas Bowl, che si invola sulla sideline per una corsa di circa 30 yds, rompendo un placcaggio con una finta di corpo che manda fuori tempo il safety piemontese. Sempre Leoni  trasforma con una breve corsa. Pirates 8- Mastiff 0. La partita riprende. L’attacco dei mastini stenta, anche grazie alla D ligure che mette pressione  al qb. I savonesi  provano con qualche gioco aereo, ma il timing ed il sincronismo tra i ricevitori ed il quarterback sono ancora lontani . Finisce il primo tempo.  All’inizio del secondo tempo i savonesi danno il colpo di grazia ai piemontesi. Una bellissima corsa del # 1 Burato , di oltre 60 yds, aumenta  il bottino. La trasformazione non riesce. Pirates 14 – Mastiff 0 Spazio alle secondo linee in casa ligure, con molti giovani provenienti dalle academy , soprattutto quella sanremese,  vogliosi di mettersi in mostra. In regia il quarterback # 12 Arnaldi. I piemontesi non riescono a reagire. Solo verso la fine della partita,  il regista ligure incappa in un intercetto che riporta i piemontesi sulle 30 yds, ed un successivo fallo personale dei liguri, li porta fino alle 10 yds dal endzone.  Ma la D ligure, The Black Wall, si erge a muro invalicabile, fermando gli attacchi piemontesi.  Fine match.Pirates 14 – Mastiff 0. I Pirates Savona si aggiudicano il VII X’mas Bowl  per la quarta volta.Premiazione dei MVP (migliori giocatori) , per l’attacco al # 44 Davide Leoni , per la difesa al  # 65 Alessandro Brezzi , entrambi i giocatori  dei  Pirates Savona 1984.

H .COACH FERRARI,  PIRATES: Siamo a buon punto, ma abbiamo ancora parecchio da lavorare, soprattutto sui timing del qb e ricevitori e su alcune situazioni. La cosa positiva è che nessuno si è infortunato, visto che in tutti i bowl abbiamo sempre perso un giocatore per il resto della stagione.

O.C. BIASOTTI, PIRATES : Sono contento. Pensavo che fossimo  indietro ed invece i ragazzi mi hanno dato un ottima risposta, soprattutto la linea. Certo il nostro running game è una garanzia ed infatti , dopo la pausa natalizia, lavoreremo per migliorare il passing game.

H. COACH REBECCHI , ARONA 65ERS: Luci ed ombre. Buone cose alternate ad ingenuità, soprattutto nella partita contro i Mastiff. Contro i Pirates  non abbiamo affatto sfigurato, con molti giovani in campo e questo ci fa ben sperare per il futuro.  Onore ai ragazzi savonesi che ho visto in crescita, soprattutto la linea di attacco.

D.C. GIUSO , MASTIFF IVREA:  E’ sempre un piacere venire a Savona e giocare contro squadre attrezzate e tecniche come i Pirates ed Arona 65ers. Sono abbastanza soddisfatto. Ho visto cose buone  ed altre meno buone, ma abbiamo ancora due mesi prima del campionato e vedremo di fare gli aggiustamenti necessari. Mi è piaciuta la risposta contro Arona dove abbiamo recuperato e vinto la partita. Meno bene contro i pirati. Ma ci puo’ stare perdere contro di loro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: