Attualità

Baseball Club Cairese

IMG_4233Si è svolta a Bologna la Coach Convention del Baseball e del Softball italiani  quest’anno edizione numero 30 di quello che è diventato l’evento extra-sportivo più complesso della Federazione Italiana Baseball Softball;  i tecnici Cairesi Ceppi Gianluca, De Bon Simone e Pascoli Giampiero hanno partecipato a questo  momento formativo di alto livello. Particolarmente appetibile il menu degli ospiti stranieri, a cominciare da Ron Washington, vulcanico manager dei Texas Rangers dal 2007 al 2014, con 2 World Series alle spalle, Peter Caliendo, ex-coach di USA Baseball e membro della Commissione Tecnica della World Baseball Softball Confederation, che si occupa da sempre della formazione dei coach, con particolare attenzione all’insegnamento della disciplina ai giovani e di esperienze di sport e cultura all’estero, Eric Campbell, che in quindici anni alla Federazione statunitense si è occupato in veste di General Manager o Assistant General Manager di ben 34 squadre nazionali. Presente anche Tom Giordano, da sempre legato al baseball nettunese e italiano e per tanti anni responsabile dello sviluppo dei giocatori per Baltimora, Cleveland e Texas Rangers, che ha portato il proprio saluto ai tecnici presenti, ma anche un impegno di imminenti collaborazioni a tutto tondo in favore del movimento del baseball italiano. Oltre ad essere un momento di formazione per i tecnici, la convention  è  anche un’occasione d’incontro con  tutte le componenti del movimento, dai dirigenti agli atleti, dagli Ufficiali di Gara alle aziende che proprio alla Convention danno vita al contesto specializzato più completo dell’anno, presentando nuovi prodotti e soluzioni in vista della nuova stagione. Sempre in questo contesto il Consiglio Federale ha ratificato i gironi dei vari campionati ; è ufficiale che la Cairese in  serie B incontrerà  Settimo TO, Vercelli, Sanremo, Porta Mortara, Rho , Ares Mi e Codogno, si partirà il  12 Aprile  sul diamante casalingo contro l’Ares Milano. I tecnici Cairesi hanno particolarmente gradito gli interventi  della dottoressa Laura Bortoli, ex-atleta nei 100 m ostacoli e salto in alto, docente di Attività Fisica Adattata all’Università di Chieti che collabora  con la Scuola dello Sport del CONI, specializzata in Educazione Fisica e Psicologia dello Sport, e di Andrea Ceciliani, Ricercatore presso l’Università di Bologna, che si occupa di ricerca nell’ambito dello sviluppo motorio in età evolutiva; entrambi i docenti i  hanno fornito diversi spunti di riflessione  sulla specializzazione precoce , sulla necessita di non considerare la vittoria un obbiettivo da raggiungere a tutti i costi, ma piuttosto  di ricercare e puntare sul miglioramento dell’atleta; teoria che coincide appieno, rafforzandola,  con la    filosofia sposata  dalla società valbormidese. Prossimo appuntamento per la categoria Ragazzi il  1 Febbraio sempre a Cairo con la Western league.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: