Cronaca

Passaggio di proprietà dei Cantieri di Pisa

mondomarineA La Spezia  è stato firmato l’atto che segna la conclusione di una vicenda passata attraverso il concordato del gruppo Baglietto e la messa in cassa integrazione di tutti i lavoratori, Alessandro Falciai e Roberto Zambrini, rispettivamente presidente e amministratore delegato dell’azienda savonese hanno incontrato in Comune il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, per spiegare i piani di sviluppo per il futuro del cantiere. Insieme a loro Gianfranco Francese della CGIL e i rappresentanti delle RSU.
“Dal primo giugno i 32 dipendenti dei Cantieri di Pisa diventeranno a tutti gli effetti nostri dipendenti – ha confermato Falciai -. Il cantiere va messo in sicurezza per consentire agli operai di lavorare in condizioni sicure e loro stessi contribuiranno a questi interventi. Contestualmente stiano lavorando per garantirci una partenza lanciata e abbiamo già iniziato a proporre alcuni progetti attraverso la nostra rete, proponendo il marchio. Stiamo lavorando anche sul design per rivisitare i marchi Cantieri di Pisa e Akir con alcuni elementi di modernità e abbiamo in mente allungare la linea in alluminio oltre i 50 metri perché potrebbe esserci una domanda di mercato molto interessante”. L’obiettivo è di ripartire con l’attività produttiva nel mese di settembre. Soddisfazione è stata espressa dalla Cgil pisana: “Con quest’ultimo importante tassello – spiega una nota del sindacato – si compone con successo il complicato mosaico che porterà alla rinascita dei Cantieri di Pisa, al riavvio dell’attività produttiva e al rilancio di un marchio prestigioso della nautica italiana. Un risultato ottenuto con la tenacia e il sacrificio dei lavoratori e grazie anche alla concretezza, trasparenza e determinazione dell’iniziativa imprenditoriale di Mondomarine”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: