Attualità

Hillary Clinton sarà la prima donna alla Casa Bianca?

hilary clinton“Corro per diventare Presidente degli Stati Uniti”. Hillary haa rotto gli indugi ed ha con queste parole annunciato di voler presentare la sua candidatura. L’ex First  Lady ed ex Segretario di Stato cercherà quindi di diventare la prima donna presidente degli Stati Uniti. Dopo le dinastie Kennedy e Bush ora potrebbe essere la volta dei coniugi Clinton avvicendarsi alla Casa Bianca, o meglio alla guida USA. Con un messaggio semplice e stringato ha presentato alcuni prototipi di cittadini. Sull’ onda della canzone “Born to run”(nata per correre) ha detto “Quando le famiglie sono forti, l’America è forte. Combatterò per meritarmi i vostri  voti; gli americani hanno bisogno di un campione ed io voglio essere quel campione”. Presenta americani medi (una ragazza asiatica, due afroamericani, una signora anziana e una coppia che dice di volersi sposare) che potrebbero votare i democratici. Tutti uniti da un denominatore comune di un’America ottimista che pensa al futuro, al lavoro con i propri sogni, sorridendo. L’annuncio della Clinton è arrivato a pochi giorni dall’incontro storico tra Barack Obama e Raul Castro in occasione del vertice delle Americhe a Panama. Panama già è ricordata per la rottura con Fidel Castro circa 60 anni fa, ora è stata sede della riconciliazione tra Cuba ed USA. Hilary, recuperata la rottura del 2013 conta sul sostegno senza riserve di un Obama, che le porta quella benevolenza dalla sinistra del partito che lo aiutò a vincere nel 2008, ma che in questo momento non gode di  propaganda favorevole. Si dice che l’attuale Presidente  porti avanti  linee di politica estera, volte a concessioni senza nulla avere in cambio (vedi Cuba, Iran, Iraq, Siria). Prima della bagarre finale, l’elezione a Presidente, probabilmente dovrà vedersela, in casa democratica, alle primarie proprio con un avversario di origini cubane. La risposta Repubblicana non si è fatta attendere al grido “Fermate Hilary” sono riusciti a raccogliere 2.5 miliardi di dollari da investire nella campagna  elettorale a sostegno forse di un altro Bush.

Pino Rosso

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: