Attualità

L’Orchestra Sinfonica di Sanremo e l’Orchestra del Carlo Felice al Priamàr

Si avvia alla sua conclusione, con due grandi importanti appuntamenti, il calendario della stagione lirica estiva dell’Opera Giocosa: questo mercoledì ci sarà un concerto dal titolo ‘Le quattro stagioni’, per una serata dedicata alle note del celebre compositore Antonio Vivaldi. Il direttore e solista sarà Ettore Pellegrino e dirigerà l’Orchestra Sinfonica di Sanremo. Ovviamente, grande spazio per le sue composizioni più note, da cui il titolo dell’evento (per violino, archi e cembalo). Vivaldi (Venezia, 4 marzo 1678 – Vienna, 28 luglio 1741), fu battezzato immediatamente appena nacque per via del suo fragile stato: un’asma incurabile, probabilmente, che lo segnò per tutta la vita. La sua famiglia era di
modeste condizioni, e lo indirizzò alla carriera ecclesiastica facendolo entrare in seminario, che poteva dar lui qualche speranza di promozione sociale. Ma fu proprio grazie alla sua salute malferma che gli venne concesso di studiare privatamente, e poté quindi completare gli studi musicali. Forse, senza questa impronta pesante sulle sue condizioni fisiche, oggi non avremmo quelle note bellissime che allieteranno la serata di mercoledì. Poi, a seguire, questo venerdì, ci sarà il ‘Concerto sinfonico’ con musiche di Giacomo Puccini, Romualdo Marenco, Richard Wagner, Zoltan Kodály e Nikolaj Rimskij-Korsakov. Il maestro sarà Maurizio Billi e dirigerà l’Orchestra della Fondazione del Carlo Felice di Genova. Billi sarà particolarmente sotto i riflettori, perché ci sarà spazio, dal ‘ballo grande’ ‘Excelsior’ di Romualdo
Marenco, per la versione sinfonica dell’XI quadro con la sua orchestrazione, elaborata sul manoscritto originale, e che il 30 luglio avrà già debuttato in prima assoluta a Novi Ligure (la serata infatti è siglata dalla collaborazione con il Festival Marenco di Novi). Merita ricordare che ‘Excelsior’ è stata presentata eccellenza italiano all’Expo di Milano, con debutto lo scorso 11 luglio. Basato sull’idea del trionfo della scienza e del progresso, questo ‘ballo grande italiano’, su libretto e
coreografie di Luigi Manzotti e musica di Romualdo Marenco, debuttò nel 1881 e portò in scena gli eroi del progresso scientifico e tecnologico di allora, parlando di Luce, Oscurantismo, Valore, Invenzione, Civiltà. Questo il programma integrale di venerdì prossimo: Puccini: Capriccio Sinfonico; Marenco: Suite da ‘Excelsior’ (revisione di Billi); Wagner: Ouverture da ‘Das Liebesverbot’ (Il divieto d’amare);
Kodály: ‘Galántai Táncok’ (Danze di Galánta); Rimskij-Korsakov: Capriccio Spagnolo op. 34. Inizio di entrambi gli appuntamenti alle ore 21.30 (info: www.operagiocosa.it, tel. 019 821490).
Biglietteria al Teatro Chiabrera (orario: 10-12 e 16-19), oppure un’ora prima dell’inizio di ogni evento direttamente al botteghino che si aprirà in Fortezza.

Laura Sergi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: