Attualità

Bilancio positivo per il 49° Festival di Borgio Verezzi

festival borgio verezzi

Tanti commenti entusiasti giungono dagli organizzatori della 49ª Rassegna teatrale di Borgio
Verezzi, conclusasi la scorsa settimana con la pièce: ‘Ieri è un altro giorno’ (Premio Molière 2014),
che ha registrato quattro serate di ‘tutto esaurito’ grazie agli attori comici Antonio Cornacchione e
Gianluca Ramazzotti.
Per il Sindaco, Renato Dacquino, ‘il 49° Festival è stato caratterizzato da proposte che hanno
risposto alle molte e diverse attese: tanta qualità, risate e grande attenzione ai temi veri della vita.
Tutto è andato bene grazie all’intelligente programmazione fatta dalla direzione artistica, alla
collaborazione degli addetti ai lavori, alle associazioni e al volontariato in generale, ai responsabili
delle attività turistiche, ai dipendenti comunali e allo staff del teatro’.
Sottolinea ancora il Sindaco, con grande soddisfazione: ‘Le statistiche e il confronto con gli anni
precedenti evidenziano che, in valore assoluto, è l’incasso più alto mai realizzato e il numero di
spettatori è aumentato, confermando il trend positivo degli ultimi anni’.
C’è però una difficoltà, che evidenzia il Primo cittadino, perché con gli incassi ‘riusciamo a coprire
il 50-60 per cento delle spese, e per il resto abbiamo bisogno di aiuto dall’esterno. La risposta
generosa del pubblico e il successo generale sono un’ottima base di partenza per progettare il
prossimo anno, e ringraziamo di cuore gli sponsor privati e istituzionali che ci hanno sostenuto fin
qui. La Camera di Commercio con il suo presidente Luciano Pasquale e la Regione con il nuovo
assessore alla cultura Ilaria Cavo sono stati particolarmente attenti a quanto andava in scena e alle
prossime tappe: anche su di loro contiamo per il futuro’.
Anche il direttore artistico Stefano Delfino traccia un bilancio positivo: ‘Dei quattordici Festival con
la mia gestione, questo è stato quello che mi ha gratificato maggiormente, perché era il meno
scontato e il più rischioso. Ma si è rivelato, proprio come speravo, anche molto vario e interessante.
La ritengo una scommessa vinta, e alla grande, sia per la qualità artistica di tutte le proposte, sia per
le emozioni che hanno trasmesso agli spettatori. Non c’è stato soltanto l’aspetto del divertimento,
pur importante, specie in estate: rompendo le barriere della diversità abbiamo portato i ciechi e i
sordi a teatro e abbiamo fatto recitare i carcerati. Inoltre abbiamo dato un tocco di internazionalità
con la dedica alla Francia e con la presenza in palcoscenico di interpreti stranieri (due attrici e un
regista francesi e un attore ivoriano, senza contare i tanti altri Paesi del mondo, dalla Cina alla
Colombia, rappresentati nella compagnia dei detenuti)’.
E poi ci sono stati, come tutti gli anni, gli eventi collaterali. In primis ci piace ricordare l’iniziativa
che giunge oggi solo alla sua seconda edizione, il concorso fotografico #VEREZZINFESTIVAL,
per tutti gli amanti dello scatto digitale, riservato ai non professionisti. Nella foto, lo scatto che si è
classificato vincitore, di Silvana Faudino, dal titolo ‘La piazza nella piazza’; lo scatto di Roberta
Rossi si è classificato al secondo posto, l’istante ripreso da Franco Ontano al terzo.
Per il 45° Premio Veretium, destinato ogni anno all’attore o all’attrice di prosa che si sia
particolarmente distinto/a nell’ultima stagione teatrale per impegno di testo e capacità
d’interpretazione, l’estate 2015 ha visto Paola Gassman salire sul palco per ricevere il prestigioso
Mulino in argento e oro.
Il Premio Camera di Commercio di Savona è molto più recente; nasce nel 2010 e vuole sottolineare
il successo di uno rappresentazione come veicolo di grande promozione per tutto il territorio. Per il
2014 è stato assegnato ex-aequo a due titoli: ‘Colpi di timone’, per il recupero di Jurij Ferrini del
teatro di Gilberto Govi, e ‘Forbici & Follia’, per il modo innovativo di fare spettacolo coinvolgendo
gli spettatori e ambientando la vicenda nel territorio provinciale.
Infine, ecco l’ex Premio Provincia di Savona, dal 2012 Premio Virgin Active, per l’attore o attrice
non professionista della stagione che abbia ricevuto più voti di preferenza dagli spettatori abbonati
al Festival. L’edizione 2015 ha visto premiata Federica Rosellini nel ruolo di Rosaura in ‘Il vero
amico’, del calendario della scorsa estate.

Laura Sergi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: