Attualità

“ SPORTART” E I SUOI RUNNERS

sportart

C’è chi è sportivo e c’è chi non lo è.
C’è chi segue lo sport solo come spettatore e chi come protagonista.
Chi lo pratica inseguendo una vita sana, chi per divertirsi, chi per emozionarsi e anche chi cerca di unire tutte queste cose assieme. Come nel gruppo dei runners di SportArt a Savona. Da un piccolo gruppo di persone che correvano assieme un paio di volte la settimana, è diventato una realtà sportiva , un momento di aggregazione forte nella nostra città.
Sportart e il gruppo hanno la capacità di creare passione, amicizie solide, di organizzare corse agonistiche o camminate sempre in uno spirito di amicizia e confidenza quasi stupefacente.

Anche quasi d’amore. Perché dove c’è aggregazione puo’ esplodere esondando.
Le mie frequentazioni sporadiche in questa unione di persone hanno creato in me curiosità , ma anche stupore. Cio’ che davvero richiama l’attenzione è la loro parte creativa. Il loro spirito quasi adolescenziale permette loro di ritagliare un po’ di tempo come per assaporare una libertà quasi perduta.
La loro caratteristica più evidente è lo spirito di gruppo , la volontà tenace, l’eccitazione di prolungare le serate della corsa con un apericena.
Cio’ che avvince e appassiona è quella loro caratteristica ludica e briosa.
E’ proprio questa che fa la differenza. Simpatici, affiatatissimi e sempre più numerosi. Una complicità rara in un ambiente sportivo.

L’agonismo esiste, ma è sano e propositivo. A volte è un alibi per stare insieme.
Un gruppo sportivo “ sui generis” che ha come base l’amicizia , la voglia di “ viversi” prima di ogni cosa.
L’organizzazione delle gare prevede anche trasferte ( come la recente partecipazione allo “ StrongmanRun” di Rovereto) dove si unisce la corsa alla spensieratezza o a qualche batticuore non previsto e non legato alla fatica.
I percorsi sono sempre nuovi, i panorami diversi e le camminate anche all’insegna dell’arte e della cultura.
Il raggiungimento di mete che , forse, da soli, non avremmo visto mai. E le cene a fine corsa sanciscono la voglia di rivedersi ancora.
Bisogna ammetterlo: Sportart è ammaliante e il gruppo dei runners ha qualcosa di cosi dolce e attraente che appena ci si avvicina non si abbandona più.

Ramognino

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: