Attualità

Un corso per i volontari della pediatria

pediatria san paolo

A settembre 2015 è stato avviato un corso rivolto ad un gruppo formato da 30 volontari che operano nel reparto di pediatria. L’età dei partecipanti è stata molto varia, (dai 19 agli 80 anni) con esperienze diversificate e molto motivati.
I volontari AVO svolgono la loro attività al mattino in corsia: si dedicano all’accoglienza dei bambini e delle famiglie che accedono al day hospital; la loro valenza è nel rispondere ai bisogni dei bambini e delle loro famiglie: ad esempio per la prenotazione dei pasti oppure per accompagnare un piccolo nell’esecuzione di una indagine diagnostica, o semplicemente per permettere ad un genitore una piccola pausa per prendersi il caffe.
I volontari “favole della buonanotte “ invece sono dedicati alla lettura delle fiabe nelle prime ore pomeridiane o alla sera. Questa attività regala un’ora di serenità ai bambini, perché la lettura non solo migliora la qualità della permanenza in corsia, ma li porta a contatto con la lettura e con un mondo fantastico animati da folletti, principi, animaletti, principesse, re, regine e draghi. Il progetto della lettura delle fiabe in reparto contribuisce a limitare nel bambino e nei famigliari vissuti traumatici dovuti all’esperienza di malattia. Infatti secondo gli esperti il racconto ad alta voce è in grado di favorire lo sviluppo psicoaffettivo dei bambini e cogliere attraverso le manifestazioni partecipative dei bambini le loro esigenze, i loro problemi le loro aspettative, anche le più riposte..
I volontari dell’Associazione Cresci si occupano in particolare di animazione, di sostegno delle famiglie con bambini affetti da patologie croniche e di assistenza ai bambini abbandonati in attesa di essere affidati alle famiglie.
I volontari della focaccia si occupano con tanta buona volontà e dedizione di ritirare la focaccia che viene offerta ogni mattina dai panificatori savonesi e consegnarla in reparto ai bambini ricoverati e che accedono al day hospital.

Come sostiene la coordinatrice Dott.ssa Patrizia Marenco: la possibilità di avere tanti volontari in reparto è una risorsa straordinaria che è giusto motivare e formare adeguatamente. Proprio per questo motivo abbiamo organizzato con Paola Antonuccio (infermiera della ginecologia di S.Corona) un percorso esperienziale “prendere cura di se stessi… per prendersi cura dei bambini”
Per poter prendersi cura degli altri, soprattutto dei bambini, è fondamentale ritrovare lo “spirito d’infanzia” che c’è in ognuno di noi. per svolgere correttamente questa missione di volontariato è indispensabile assumere un atteggiamento mentale di apertura, speranza e amore da parte degli operatori stessi. Per poter trasmettere al bambino questo spirito positivo, è indispensabile che l’operatore si prenda cura di sé stesso in modo responsabile e consapevole.
Questo corso che ha avuto inizio a settembre ed è terminato il 9 novembre con l’obiettivo di attivare percorsi pratici basati sulle esperienze personali di ognuno dei partecipanti, applicando metodologie interattive e soggettivamente arricchenti ed ha consentito nei volontari il confronto tra il vissuto con il presente, stimolando così la creatività e allargando la consapevolezza.

Debora Ferraioli

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: