Attualità

I Baci di dama

di Giulia Canepa

Una bella Italia, un’Italia fatta di tante tradizioni, di storia mista a leggende, di poesia, di arte, di buona tavola, di forza ma anche di estrema dolcezza..

Le origini di questo romantico ed aristocratico biscotto piemontese non sono certe, una delle sue tante leggende ci racconta che questo dolce è nato dalle mani abili e dalla eccezionale fantasia dei cuochi di corte Savoia che, una sera di novembre del 1852, su richiesta del re Vittorio Emanuele II desideroso di assaporare qualcosa di dolce, crearono questo biscotto trovando in cucina solo cioccolato, zucchero, burro e mandorle.

Da allora il prodotto trovò l’approvazione di molte case reali non mancando sulle tavole di tutta Europa, incontrando ben presto il gusto di molti reali che rimasero sbalorditi dinnanzi alla particolare dolcezza e precisione che questo piccolo dolce racchiude in sé.

Secondo un’altra scuola di pensiero, forse maggiormente accreditata, il bacio di dama nasce nella città di Tortona composto da farina, cioccolato, burro, zucchero e mandorle, ma ne esistevano anche varianti con le nocciole che nel secolo scorso erano più semplici da trovare e decisamente meno costose rispetto alla mandorle. Ma la qualità va ricercata proprio nell’arguzia e nell’abilità dei pasticceri tortonesi la cui tradizione ottocentesca prevede l’uso della mandorla come ingrediente principe, per questa ragione Tortona rappresenta la città italiana per eccellenza nella produzione dei Baci di dama, anche se oggi ne esistono tantissime varianti in Piemonte, in Lombardia ed anche in Liguria.

Secondo alcuni intenditori, i baci di dama ricordano una bocca femminile nell’atto più tenero del bacio, le due labbra delicate separate da un leggero velo di cioccolato donano a questo gioiello dolce una nota sensuale e romantica, fragranti e dal colore oro sono due minuti biscotti sigillati tra loro da un morbido ‘bacio’ di cioccolato rigorosamente fondente, da qui il nome ‘Bacio di dama’.

Come si fa a non innamorarsi di un gioiello di alta pasticceria come questo?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: