Cultura e Musica

BOMBARDIER e TIRRENO POWER IN SCIOPERO

di Laura Sergi

L’Associazione ControCorrente sostiene la lotta dei lavoratori Bombardier e Tirreno Power . Giorgio Barisone, coordinatore dell’Associazione a Savona e candidato sindaco nelle liste del PCL, sarà presente allo sciopero a testimoniare questa solidarietà.

La deindustrializzazione in Liguria sta mietendo migliaia di posti di lavoro e la politica ha una pesante responsabilità. Per 10 anni la giunta Burlando ha mascherato dietro la bandiera dello sviluppo e dell’high tech una serie di operazioni speculative e immobiliari di cui oggi vediamo i risultati: Ferrania avrebbe dovuto rinascere, ma è ridotta a una cattedrale nel deserto; Piaggio ha incassato il nuovo stabilimento di Villanova e oggi ripaga tagliando posti di lavoro; in Tirreno Power De Benedetti è arrivato, si è fatto gli affari suoi e si è dileguato lasciando un cumulo di macerie sociali e ambientali. E ora a rischiare sono i quasi mille lavoratori di Bombardier e dell’indotto, vittime di un meccanismo perverso di liberalizzazioni e gare d’appalto, che mette i lavoratori in concorrenza tra loro e in cui, se vuoi vincere devi rinunciare a soldi e diritti e poi magari perdi comunque. E in Liguria tra un po’ ci saranno più posti barca che posti di lavoro.

In questi anni i lavoratori della Fincantieri e dell’ILVA di Genova hanno dimostrato che una reazione decisa dei lavoratori può salvare fabbriche che sembravano già spacciate. Di fronte a una politica scandalosa i lavoratori hanno un’unica alternativa: mettere in campo la loro forza. Se decideranno di farlo saremo con loro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: