Attualità

MAHICAN RACE AD ALASSIO

di Giorgio Siri

Per due giorni, Alassio è tornata ad essere capitale internazionale della Fat Bike. La Mahikan Race è una competizione Fat Bike originaria del Quebec,in Canada, più precisamente a Roberval, Lac Saint-Jean a marzo 2015. In seguito alla sua prima edizione, la Mahikan Race è cresciuta in popolarità non solo grazie alla partecipazione di grandi campioni, ma anche grazie alla vasta diffusione televisiva.La fatbike (o fat bike) è una bici da fuoristrada o mountain bike con una larghezza dei copertoni maggiore del normale, che va da 3,8 pollici o più larghi e dei cerchi, che va da 2,6 pollici o più larghi, utilizzabili a pressioni minori per consentire una maggiore tenuta su terreni difficili, come la neve, la sabbia, le paludi e il fango; I telai delle Fatbikes sono costruiti appositamente con forcelle più larghe per far sì che le ruote più larghe possano girare senza attriti. Si tratta di una grande risorsa, per le città che ospitano l’evento, per la capillare presenza televisiva. La Mahikan Race è attualmente l’unica competizione Fat Bike ad avere una propria produzione e una trasmissione televisiva in tutto il mondo.Sabato 29 e domenica 30, la Città del Muretto è stata assoluta protagonista con la “Mahikan Race”, prima competizione Fat Bike riconosciuta dalla Federazione Ciclistica Italiana, organizzata dall’Assessorato allo Sport del Comune di Alassio, con la collaborazione di AlassioBike, Federazione Ciclistica Italiana, GeSco, alla quale saranno presenti campioni del calibro di Gianluca Brambilla, Davide Ballerini, Pier Paolo Denegri, Fabrice Vettoretti (DT Nazionale Francese BMX, ex campione), Maxime Bouet, Andrea Tiberi, Dennis Fumarola, Niccolò Bonifazio, Cristiano Salerno, Mauro Finetto, Samuel Tremblay e tanti altri ancora.

Sabato 29 ottobre si è svolto X Eliminator su sabbia solo Fat Bike (disponibili in loco per chi sprovvisto), con gara sprint a eliminazione su un circuito sabbioso di 600 metri da percorrere due volte. Ogni batteria è formata da 4 riders, i primi due passano al turno successivo. Iscrizioni in Piazza Partigiani dalle 9.30 alle 12.30, prove libere dalle 11.00 alle 12.30, qualifiche cronometrate alle 13.30, Race Fat Eliminator alle 15.00, premiazioni alle 17.30.

Il giorno successivo, domenica 30 ottobre, Team Relay (bici Fat e mountain bike 27 pollici e mezzo e 29 pollici Plus), gara a eliminazione a squadre formate da due riders che si alterneranno più volte su un circuito sabbioso di circa 1 km. Iscrizioni in Piazza Partigiani dalle 9.30 alle 12.30, prove libere dalle 9 alle 10, qualifiche cronometrate dalle 11 alle 12, Race Team Relay alle 14.00, premiazioni alle 16.30.

“Siamo entusiasti e molto emozionati di poter ospitare nuovamente una grande manifestazione di respiro internazionale dedicata alla Fat Bike, che gode di un consenso sempre maggiore”, afferma Simone Rossi, Assessore allo Sport e al Turismo del Comune di Alassio. “Per la prima volta a livello nazionale, la Federazione Ciclistica Italiana riconoscerà il primo campione italiano Fat Bike con la consegna della maglia: per Alassio, che è appena stata nominata Città Europea dello Sport 2017, è un ulteriore onore e un privilegio, nell’ottica dell’arricchimento dell’offerta sportiva e turistica”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: