Attualità

Savona e i suoi presepi

di Redazione

Festeggiare il Natale nel savonese significa anche ammirare i numerosi e spettacolari presepi allestiti in tutto il territorio. A Savona, come sempre, la natività nell’oratorio del Cristo Risorto sarà visitabile fino a fine gennaio, tutti i pomeriggi. Un allestimento tradizionale in cui il tipico ambiente ligure, arricchito da muschio fresco e storici macachi, convive con la cultura partenopea, nelle dettagliate statuine realizzate a mano dall’artista di origine sorrentina Maria Pepe. Il presepe della confraternita, rappresenta anche l’identità savonese: da un paio di anni, fa parte della scena la torre del Brandale, mentre la novità di quest’anno sarà la comparsa della Torretta, ritratta nei particolari, a partire dalla scritta con l’invocazione di Gabriello Chiabrera. Da ricordare anche la storica rassegna “Mostra del presepe d’arte nella ceramica”, a cura de “A Campanassa”, visitabile nel salone dell’Anziania del complesso del Brandale fino all’8 gennaio, dalle 17 alle 19, esclusi Natale e Capodanno. Per il primo anno, invece, sarà esposto in Comune un tradizionale presepe ligure: una ventina di antiche statuine di terracotta, concesse dall’istituto Rossello, osservabili a Palazzo Sisto IV da metà dicembre a metà gennaio, negli orari di apertura al pubblico. Dalla valle del Santuario a Pontinvrea si snoda la “Processione d’inverno”, ideata nel 2002 da Imelda Bassanello: un presepe itinerante di 25 km, composto da 100 sagome di legno realizzate dall’artista e da suoi aiutanti, di cui da quest’anno faranno parte anche gli ospiti della Residenza protetta del Santuario. “Allestiremo insieme nuove sagome da esporre sulla piazza principale, fulcro dell’intero percorso”, spiega Bassanello. Sarà visibile fino a metà gennaio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: