Attualità

Sei nuovi cavalieri nominati in provincia di Savona

di Selena Borgna

“Questa è una cerimonia importante soprattutto in questi tempi, nei quali i valori sono sempre meno importanti”, ha dichiarato Sua eccellenza il prefetto Giorgio Manari durante la cerimonia di nomina di sei nuovi Cavalieri, avvenuta presso la prefettura, “e voglio ribadire che lo Stato premia 6 persone che devono essere d’esempio per tutti, in particolare i giovani, e questo sta a dimostrare che la meritocrazia esiste ed ha premiato il percorso di vita di queste personalità”.

Stesso entusiasmo da parte del sindaco Ilaria Caprioglio :”Queste persone devono essere un modello da seguire per tutti noi, in particolare i più giovani, in un periodo di crisi dei valori, in particolar modo del lavoro e della famiglia. Sono felice del fatto che tra i sei cavalieri vi sia una donna e voglio ricordare come io non creda alle quote rosa bensì alla meritocrazia e spero che in futuro questi premi vengano maggiormente assegnati a donne ma solamente per i loro meriti”.

“La meritocrazia è molto importante”, ha messo in evidenza Monica Giuliano, presidente della provincia di Savona, “e mi fa piacere vedere tra i premiati persone conosciute e voglio ribadire come il tema della difesa del territorio è sempre più importante e che troppo spesso non si sceglie”.

I sei nuovi Cavalieri sono: Roberto Pizzorno e Mario Mazzini, residenti a Savona; Pasquale Ferrieri di Vado Ligure, Franco Piccardo di Finale, Franco Scrigna di Villanova d’Albenga e Giovanna Siri di Sassello.

Istituito con la legge n. 178 del 3 marzo 1951 e reso operativo nel 1952, l’Ordine al Merito della Repubblica è nato con lo scopo di “ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia e nell’impegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici e umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: