Attualità

Calcio, Savona: domenica si torna al Bacigalupo, atteso lo Sporting Recco

Dopo la coppia di vittorie esterne il Savona si affida a Murano per riconquistare il suo pubblico

Di Linda Miante

Sarebbe perfetto poter suggellare il campionato con la vittoria di domenica scorsa al “Comunale” di Sanremo, sarebbe bello, certo, se solo il Savona si trovasse un po’ più in alto e il digiuno casalingo non durasse da così  tanto tempo, peraltro appesantito da un’opinione pubblica spesso impietosa.
E’ ancora presto per un bilancio complessivo, ma questa stagione ha modellato squadra e staff attraverso molte difficoltà (non solo tattiche), tanto da far trovare al gruppo la via per lavorare in sinergia e rincorrere un obiettivo a cui nessuno era preparato.
Un campionato che, se fosse per le trasferte, avrebbe del miracoloso ed è forse questo aspetto a far rumoreggiare gli spalti durante le partite “amiche” – si fa per dire – visto che il punteggio pieno non arriva dal 22 gennaio.

IL PUNTO – Le dinamiche del campionato hanno subito interessanti cambiamenti nelle giornate successive allo stop: il Gavorrano è meno brillante, forse perché non pronto alla promozione o forse per un calo complessivo e la Massese si propone come degna sostituta, quattro lunghezze dai compagni toscani e tre dai biancoblu; il Savona rimane aggrappato al terzo piazzamento in attesa degli scontri diretti, ma per colmare il -7 le avversarie dovranno metterci del loro; la Sanremese, favorita a inizio campionato, non riesce a risalire la china con tanto di play-off a rischio; Finale e Lavagnese rincorrono il Savona disputando un campionato di altissimo livello.
Il rush finale è iniziato, ogni passo falso verrà pagato a caro prezzo.

IL MATCH – Domani, domenica 2 aprile ore 15.00, è tempo di Savona-Sporting Recco.
I recchelini navigano in cattive acque: penultima posizione, infortuni e tanto sconforto, ma i padroni di casa dovranno impiegare la stessa determinazione vista sui campi di Forte dei Marmi e Sanremo per sfatare la maledizione della “X” e guardare avanti con più serenità. In parole povere…niente pesce d’aprile.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: