Cronaca

Ordine del giorno, Vaccarezza e De Vincenzi salvano il Dea di II Livello a Santa Corona

Approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato dal consigliere regionale del Pd Luigi De Vincenzi insieme ad Angelo Vaccarezza di Forza Italia per mantenere il Dea di secondo livello all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.

“Abbiamo ricevuto una delegazione di quasi 40 sindaci del Ponente, intervenuti per testimoniare il loro impegno a difesa dell’ospedale Santa Corona – spiega Angelo Vaccarezza sulla sua pagina Facebook – a seguito dell’ incontro è stato sottoscritto ed approvato da tutti i gruppi consiliari l’Ordine del Giorno di cui ero proponente insieme al collega Luigi De Vincenzi (Partito Democratico): nell’atto abbiamo chiesto alla Giunta di garantire il mantenimento e il consolidamento del DEA (Dipartimento di Emergenza e Accettazione) di secondo livello dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, con ampliamento all’ospedale Santa Maria Misericordia di Albenga.
Secondo quanto stabilito dal Patto per la Salute sancito tra Governo e Regioni infatti, per avere un Dipartimento d’Emergenza e Accettazione di Secondo Livello, è necessario un bacino di utenza compreso tra 600.000 e 1.200.000 abitanti: il ponente con i suoi oltre 550.000 residenti ed i milioni di presenze turistiche rientra in pieno in questi canoni.
Oggi abbiamo fatto quello che andava fatto in tema di Sanità: un segnale di buona politica, capace di tutelare i territori oltre le appartenenze, ogni volta che è necessario.
Il Santa Corona rimarrà D.E.A. di secondo livello, dando serenità agli utenti dell’intero ponente della Liguria, che ha sempre avuto in Pietra Ligure un vero punto di riferimento”.

“l’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, unico DEA di secondo livello in tutta la Liguria oltre al San Martino di Genova, rappresenta, senza il minimo dubbio, un importantissimo punto di riferimento per l’intero ponente ligure e non solo, un’eccellenza nel panorama sanitario ligure e nazionale, un baluardo strategico e imprescindibile per centinaia di migliaia di persone, un servizio irrinunciabile per le popolazioni delle province di Savona e Imperia”, fa eco De Vincenzi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: