Politica

Raffaella Paita contesta le dichiarazioni del Presidente Toti sul bilancio della sua Giunta

“Due anni di niente. Tutte chiacchiere e conferenze stampe. In 24 mesi la Giunta Toti ha firmato decine di patti sulla fuffa che non hanno prodotto nulla di buono. Ma il grande bluff sta finendo”. Non usa mezze misure la capogruppo del Pd Raffaella Paita, in risposta alle dichiarazioni del Presidente Toti sui primi due anni della sua Giunta.

“I lustrini e le paillettes di Toti non bastano più a coprire l’assoluta modestia della sua azione politica – sottolinea l’esponente del Pd – Credo che in Liguria si stia ripetendo l’effetto Biasotti: due anni di niente e poi il tracollo. Le istituzioni hanno bisogno di guide solide, concrete, con idee, progetti e impegni. I liguri sono un popolo serio, concreto e pragmatico a cui non piace che la politica diventi uno show di quart’ordine. Anche perché da quando il centrodestra governa, la Liguria ha smesso di crescere, l’occupazione è diminuita e le tasse (come l’Irpef regionale) sono aumentate. Lo dicono i dati incontrovertibili sull’economia del nostro territorio. Sfido chiunque, il governatore in primis, a citare una sola opera o un solo intervento strutturale finanziati o progettati da questa maggioranza negli ultimi due anni. Toti, finora, non ha fatto altro che tagliare risorse in tutti settori (dai Parchi al sociale, fino allo sport). La sanità sta andando a rotoli in attesa che gli ospedali vengano svenduti ai privati, per non parlare della scure che a breve si abbatterà sui trasporti e della disastrosa legge sulle case popolari che toglie l’alloggio alle famiglie i cui figli trovano un lavoro”.

Secondo la Paita è soprattutto La Spezia ad aver patito, in questi due anni, la lontananza della Regione. “Siamo ritornati – dice la capogruppo Pd – a essere figli di un dio minore. E infatti Toti, secondo recenti rilevazioni, risulta il presidente della Regione meno amato dagli spezzini. Per capire la caratura di questa Giunta basterebbe pensare alla solidità di Chiamparino o di Zingaretti, ma anche a presidenti seri del centrodestra come Zaia. Ecco quali opportunità sta perdendo la Liguria con Toti”.

Per contro, nella giornata di ieri 30 maggio, il Presidente Giovanni Toti aveva rivendicato, all’operato della Giunta da lui presieduta, successi e cambiamenti positivi. Riportiamo alcune dichiarazione del Presidente Toti: ” La Regione Liguria negli ultimi ha conquistato una centralità e una visibilità a livello nazionale, come non ha mai avuto negli ultimi dieci anni, aprendo un percorso verso il futuro totalmente sconosciuto”.  “Sono stati due anni di grandi cambiamenti e grande lavoro, finalmente il vento è cambiato in Liguria. Le riforme approvate dal centrodestra sono state molto importanti e superiori a quelle fatte nei precedenti 10 anni dal centrosinistra, finalmente abbiamo riportato la Liguria nel ruolo che merita, un ruolo centrale nel Nord Ovest del nostro Paese come piattaforma logistica, turismo, ricerca, sviluppo e politica.”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: