Attualità

Andora accoglie i migliori specialisti delle bocce, sabato e domenica in palio il tricolore

Ultimi preparativi ad Andora in vista del Campionato Italiano Individuale della categoria A maschile, di bocce specialità volo, in programma nel week end di sabato 1 e domenica 2 luglio presso il bocciodromo comunale.
Sono 113 i giocatori che nel week end si daranno battaglia per l’ambito titolo tricolore, con tabellone ad eliminazione diretta. Il via sabato alle ore 10. Ben cinque i turni previsti nella giornata inaugurale (si giocherà anche a Diano Marina, Garlenda e Albenga).
Per l’ultimo, quello delle ore 21 (ottavi di finale), si giocherà solo ad Andora. Domenica corsa solo otto atleti. Alle 9.30 andranno in scena i quarti, nel pomeriggio, dalle 14, semifinali e finali, sui campi coperti del bocciodromo, addobbato con tante bandiere e festoni tricolori, in diretta streaming sul canale Youtube della Federazione Italiana Bocce.

La direzione di gara è affidata all’esperto Gianenrico Gontero di Campiglione Fenile (To), il quale sarà coadiuvato da otto arbitri.
L’organizzazione è curata dall’Andora Bocce del presidente Franco Revello, sotto l’egida della Federazione Italiana Bocce (che domenica sarà rappresentata dal consigliere federale Marco Bricco). L’evento si avvale del patrocinio e della collaborazione del Comune di Andora, del patrocinio del Coni Savona e del sostegno della Fondazione Agostino De Mari.
Oltre ai premi previsti dalla Fib, la società organizzatrice consegnerà a tutti i partecipanti prodotti tipici del territorio.
Gli scudetti delle altre categorie, sempre nella prova dell’individuale, si assegneranno a Chieri (To, cat. AB femminile e D maschile), Riva del Garda (Tn, B maschile), Udine (CD femminile e C maschile) , mentre a Racconigi (Cn) si disputerà la final four per il titolo Under 18 per società. In corsa ci sarà anche la squadra junior dell’Andora Bocce (Gabriele Gandalino, Gianluca Gottardo, Maicol De Toffol e Alessio Purita) del tecnico Angelo Cappato, il quale ha rinunciato a scendere in campo per essere al fianco dei suoi ragazzi. Gli altri tre club qualificati sono Spilimberghese, Perosina e Veloce Club.

“Siamo orgogliosi di poterci fregiare del riconoscimento di Città Europea dello Sport – ha dichiarato in occasione del vernissage di ieri il vicesindaco e assessore allo sport Paolo Rossi -. Se lo abbiamo ottenuto è anche per merito di chi in passato ha creduto nello sport, costruendo strutture che servono per la pratica a tutti i livelli – e di associazioni come l’Andora Bocce che si prodigano con passione ed entusiasmo. E questa manifestazione, che ha anche un rilevante aspetto turistico e promozionale, ne è un esempio lampante. L’amministrazione comunale inoltre crede nello sport quale mezzo di formazione e crescita dei giovani. Complimenti e in bocca al lupo, dunque, all’organizzazione e alla squadra giovanile”.

“Per la prima volta – ha detto Franco Revello, presidente dell’Andora Bocce – la nostra società ha l’onore di organizzare un Campionato Italiano e, come tutte le prime volte, si è vissuta la tensione del dimostrarsi degni della fiducia ricevuta dalla Federazione Italiana Bocce. Colgo l’occasione per ringraziare tutto il direttivo ed i soci per lo spirito di sacrificio dimostrato e per la mole di lavoro smaltita in questi mesi. Spero vivamente che tutti i giocatori in gara rimangano soddisfatti dello sforzo organizzativo, che tutta la Comunità Andorese ne sia orgogliosa e che tutte le personalità presenti e tutti gli accompagnatori possano godersi, per due giorni o forse più, le bellezze del nostro territorio”.

Alla presentazione, svoltasi presso il bocciodromo comunale, erano presenti anche il presidente regionale Fib, Ginetto Pastorelli, il delegato del Coni provinciale, Roberto Pizzorno, i rappresentanti delle altre società che ospitano la manifestazione, i dirigenti dell’Andora Bocce, alcuni ospiti e due dei ragazzi che compongono il team Under 18, con il loro coach Angelo Cappato. Alcune delle autorità, compreso il vicesindaco Rossi, e diversi addetti ai lavori hanno dato poi vita ad una simpatica gara “vip” a quadrette in cui a mettersi in particolare luce sono stati proprio i due giovani Gandalino e Gottardo.

Per la prima volta la nostra società ha l’onore di organizzare un Campionato Italiano e, come tutte le prime volte, si è vissuta la tensione del dimostrarsi degni della fiducia ricevuta dalla Federazione Italiana Bocce. Colgo l’occasione per ringraziare tutto il direttivo ed i soci per lo spirito di sacrificio dimostrato e per la mole di lavoro smaltita in questi mesi. Spero vivamente che tutti i giocatori in gara rimangano soddisfatti dello sforzo organizzativo, che tutta la Comunità Andorese ne sia orgogliosa e che tutte le personalità presenti e tutti gli accompagnatori possano godersi, per due giorni o forse più, le bellezze del nostro territorio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: