Attualità

“Savona Cup”, il racconto della serata conclusiva

Sabato si sono svolte le fasi finali della “Savona cup”, torneo di calcio a sette giocatori organizzato dalla Libertas nel ricordo di Lelio Speranza.

Lo”Scaletti” di Lavagnola, teatro della manifestazione, ha visto sfidarsi in occasione della prima semifinale Youssef Pizzeria e Trabzobong. La vittoria è andata ai primi che hanno staccato il pass per la finalissima con un perentorio 3 a 1.
Il Centro Medico Olos ha fatto sua la seconda semifinale battendo Le Aquile per due a uno al termine di una sfida in bilico fino all’ultimo secondo.

Finale thrilling: Youssef Pizzeria, in vantaggio di tre reti, si fa rimontare nel finale (4 a 4) per poi capitolare al termine della lotteria dei calci di rigore. Vince, dunque, con merito il Centro Medico Olos.

Terza piazza per il Trabzogong, vittoriosa per tre a zero ai calci di rigore.

Alla premiazione erano presenti Roberto Pizzorno, delegato provinciale del Coni di Savona, che si è detto estremamente soddisfatto per la riuscita manifestazione, il vice presidente Libertas Floriano Premoselli e il responsabile Libertas per il calcio amatoriale Felicino Vaniglia. Il momento più toccante è stato, ovviamente, quando ha preso la parola Carlo Speranza, figlio del mai dimenticato Lelio.

Oltre a quelli di squadra, sono stati conferiti i seguenti premi individuali:

Migliore gesto tecnico: Marco Giguet (Youssef Pizzeria)
Capocannoniere : Anfrea Cossu (Centro Medico Olos)
Miglior portiere : Gino Grosso (Centro Medico Olos)
MIGLIOR GIOCATORE : Niccolò Enrile (Youssef Pizzeria)

Graditi riconoscimenti anche per Gabriele Siri (organizzatore della kermesse) e per i suoi collaboratori Giacomo Conterno, Niccolò Enrile, Federico Lanero e Simone Morando.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: