Attualità

Peggiora il degrado strutturale della Terrazza a Mare di Spotorno: finanziati i lavori

L’amministrazione comunale di Spotorno ha rotto gli indugi, finanziando con quasi mezzo milione di euro il primo lotto dei lavori riguardanti la riqualificazione della Terrazza a Mare, ricavata con la copertura del tratto terminale del torrente Crovetto, tra la litoranea (ex Aurelia) e il litorale. Nel 2012 era stato dato all’ing. Luca Romano di Albenga l’incarico di verificare lo stato di conservazione e di stabilità delle strutture e le risultanze erano allarmanti: le strutture della terrazza a mare – era stata la diagnosi – si presentano in cattivo stato di conservazione. Considerato lo spessore del solaio ed il suo stato di degrado, non si ritiene la struttura idonea ad ospitare manifestazioni né il transito di mezzi: “se ne sconsiglia l’uso” era stato l’avvertimento.

La copertura del torrente richiede quindi interventi di ripristino e consolidamento strutturale, sulla base di un adeguato progetto di riverifica delle strutture interessate. Non solo, ma anche il ponte dell’Aurelia sul torrente Crovetto, si presenta degradato e la parte in cemento armato richiede interventi urgenti di consolidamento. “Si ritiene importante quanto consigliato – sottolineata il tecnico – al fine di evitare oneri di consolidamento ancor più importanti per l’incremento del danno”.

Un consiglio di cinque anni fa. Nel febbraio 2014 era stato approvato un progetto preliminare per la riqualificazione della terrazza per un importo di 645.000 euro, suddiviso in 3 lotti, a firma dei progettisti (arch. Marco Ciarlo di Altare e lo stesso ing. Luca Romano di Albenga). Infine, il 7 agosto scorso, è arrivata l’autorizzazione paesaggistica per attuare l’intervento. Nel frattempo lo stato della soletta risulta ulteriormente deteriorato e i progettisti, dopo alcune verifiche tecniche, hanno evidenziato la necessità di procedere al consolidamento statico con una nuova progettazione prevista in due soli lotti: il primo da 495 e il secondo da 155 mila euro. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica è stato subito approvato, anche se al momento solo il primo è finanziato.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: