Attualità

Palmaria: progetti per il futuro

Il Movimento Cinque Stelle regionale, per voce di Alice Salvatore,ci comunica che la mattina di ieri, 24 novembre:”.. i senatori del MoVimento 5 Stelle Bruno Marton e Vincenzo Santangelo, membri della Commissione Difesa, sono sbarcati sull’isola Palmaria per un sopralluogo agli ex forti militari Umberto I e Palmaria, su cui incombono discutibili appetiti edilizi da parte di privati e una possibile nuova colata di cemento.”

“Siamo rimasti affascinati dalla bellezza incantevole di questi forti, che rappresentano l’identità di un intero territorio e un patrimonio storico e culturale da preservare ad ogni costo. Vigileremo affinché le antiche fortificazioni siano mantenute nella loro struttura originaria e in mani pubbliche, attraverso un progetto di riqualificazione sostenibile che sappia coniugare storia, cultura e ambiente” sottolineano Marton e Santangelo.

“Da subito faremo pressing, anche in Commissione Difesa, affinché l’intero iter si svolga nell’ambito di quanto prescritto dalla legge. A questo proposito, stiamo lavorando a una modifica di legge che preveda la VAS obbligatoria per la realizzazione di qualunque opera all’interno di territori dal valore storico e ambientale, a garanzia che le bellezze della Palmaria e di altre aree italiane rimangano tali nel tempo” aggiungono i senatori M5S.

Nel corso della giornata, è intervenuta anche la consigliere regionale ligure del MoVimento 5 Stelle, Alice Salvatore, che ha presentato alla stampa la campagna informativa #CustodiAmoLaPalmaria.

“Si tratta di un incubatore di idee partecipato e dal basso, con l’obiettivo di mettere a rete le tante proposte di riqualificazione dell’isola Palmaria. Ci rivolgiamo, in particolare, alle associazioni, ai cittadini e alle realtà del territorio che vogliono contribuire a immaginare per l’isola un futuro sostenibile e in grado di restituire un indotto a tutto il territorio dal punto di vista turistico” ha spiegato la portavoce M5S.

Riportiamo comunque quanto venne riferito a giugno 2016, da una testata nazionale, subito dopo le definitiva dismissione da parte del Ministero della Difesa, riguardo alla posizione, in merito, della Giunta Regionale:
“A rilanciare l’isola Palmaria sarà uno dei primi sei studi internazionali di architettura d’Europa ed entro la fine di quest’anno sarà pronto il masterplan”: il presidente della Regione, Giovanni Toti, scandisce il tempo della rinascita dell’isola patrimonio Unesco. E lo fa a partire da una delibera dell’assessore regionale all’Urbanistica, Marco Scajola, che punta un milione di euro sul luogo che sta diventando per la giunta Toti il simbolo del rilancio turistico internazionale della Liguria e affida a Filse la regia finanziaria dell’operazione.

“Dopo l’atto del 14 marzo, in cui gran parte della Palmaria è passata al Comune di Portovenere, questa delibera è un ulteriore passo avanti verso il recupero dell’isola e l’impostazione del suo futuro”, sottolinea Scajola. La delibera, oltre allo stanziamento, crea infatti una cabina di regia, coordinata dalla Regione, con il Comune di Portovenere, il ministero della Difesa e il Segretariato regionale del Ministero per i Beni culturali, per studiare lo sviluppo dell’isola e approvarne le linee guida. Poi sarà istituito un tavolo tecnico, con il Comune di Portovenere, per pianificare, passo passo, tutti gli interventi. A cominciare dal rifacimento dell’acquedotto, che potrà contare sul supporto finanziario della Regione, attraverso trasferimenti patrimoniali. Filse, la finanziaria della Regione, poi, diventerà “il braccio operativo nel gestire l’operazione Palmaria”, spiega Scajola. Infine su
Palmaria la delibera dell’assessore punta 520.000 euro di risorse residue, e 495.000 euro di denari Fsc proprio per la valorizzazione dell’isola.

“Per la Palmaria dobbiamo avere un interlocutore di primaria levatura internazionale, deve esserci uno dei primi studi di architettura d’Europa – dice Toti – adesso, con un interpello veloce, avremo un masterplan, entro la fine dell’anno sarà pronto. Poi procederemo al bando di assegnazione del project.”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: