Attualità

Calciando in rete. A volte tornano! Omaggio al bomber Pier Franceso Virdis

In estate dopo tanto peregrinare era tornato a giocare nella sua meravigliosa terra, felice di rientrare in Sardegna ed orgoglioso di militare nuovamente in una una squadra sarda visto lo spiccato senso d’appartenenza che lo lega all’ isola. Nell’ambizioso Sassari calcio Latte, che è iscritto al campionato di serie D girone G e che si trova attualmente all’undicesimo posto con soli 15 punti (situazione per certi versi analoga a quella del Savona, stessi colori tra l’altro) non ha trovato fortuna, nè a livello personale (in termini di presenze e soprattutto di reti fatte: 3 di cui 2 in coppa) nè in termini di solidità societaria che si è dimostrata sostanzialmente molto al di sotto delle aspettative a riguardo del progetto sbandierato.La squadra allenata da mister Paba che dispone di pedine come Marco Cabeccia e Angelo Giacomo Demartis (entrambi ex biancoblù) fra nuovi innesti e riconferme, pareva dotata di una rosa molto valida costruita per cercare di vincere. Sono bastate però solo 14 partite per smorzare l’entusiasmo iniziale e portare il quasi trentatreenne attaccante di Ozieri che dopo la rescissione dal Venezia di Filippo Inzaghi, era finito nel mirino di Lucchese e Como (dove avrebbe ritrovato Ninni Corda) prima di scegliere di premiare i suoi compaesani, a guardarsi in giro. Per la verità Virdis era già stato segnalato in Riviera ( sulla linea Sanremo-Albissola) dove continua ad avere importanti e sinceri rapporti sportivi considerato che specie la sua prima parentesi nel Savona in Serie C, dal luglio 2012 al luglio 2014, fu estremamente positiva. Mentre scrivo continuano a balenare le notizie che nelle ultime ore si stanno susseguendo sui vari media soccer-specializzati che riportano le voci sempre più insistenti di un accordo già in via di ufficializzazione con il Finale grazie al tramite del mister Buttu, anch’egli di estrazione sarda. In attesa di verificare un’eventuale ufficialità della trattativa (bisognerà comunque attendere l’apertura del mercato, prevista per l’1 dicembre)  mi piace dedicare un cammeo a questo grande interprete del gioco d’attacco.Fra i più rappresentativi della “scuola” quattro mori,  Franceco Virdis classe 1985 muove i primi passi nelle giovanili della Torres, fra Giovanissimi e Allievi. Nel 2004 arriva la prestigiosa chiamata della Sampdoria, trampolino che lancia il bomber in un importante percorso di gioco e crescita che lo porta a girare mezza Italia e a vestire le gloriose maglie di Montevarchi (C2), Chieti (C1), Cesena (B), Modena (B), Ravenna (B), Pescara (C1), Legnano (C1), Foligno (C1), Sudtirol-Alto Adige (C1) e Pomezia (C2). Nel 2011 rientra in Sardegna per giocare con il Progetto Sant’Elia in serie D: 22 gol per lui al sud dell’Isola e l’aggancio al Chievo Verona. Quindi due anni a Savona fra C2 e C1 (dove spopola), e diverse stagioni in Lega Pro con Monza, L’Aquila, ancora Savona e, l’ultima con l’Albinoleffe. In totale vanta più di 100 marcature: un bel biglietto da visita, non c’è che dire. Virdis via dalla Sardegna ha potuto continuare a parlare la lingua madre (il sardo) proprio quando è stato acquistato dal Savona del tecnico nuorese Ninni Corda, in una equipe formata oltre che dal cognato Gianni Mattu anche da una un’intera colonia di giocatori sardi quali Simone Aresti (portiere) Giacomo Demartis (esterno), Alberto Migoni e Alberto Melis, il difensore Ignazio Carta e gli attaccanti Mattia Gallon e Luigi Scotto. Conservo stretto il bellissimo ricordo vissuto in prima persona quattro anni or sono (sembra passata un’eternità) allo stadio Valerio Bacigalupo il 1 dicembre del 2013. Per la dodicesima giornata del campionato di Prima Divisione Lega Pro, il Savona Fbc ospitava il Sud Tirol, con l’obiettivo di riprendere il cammino interrottosi a Vicenza. Ebbi la possibilità di vivere il match ai margini di mister Corda che era (guarda caso) squalificato. Il 3 a 1 finale fu opera di due meravigliosi ed indimenticabili attaccanti : il folletto Alessandro Cesarini e appunto il nostro “eroe” Pier Francesco Virdis autore di una memorabile doppietta.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: