Attualità

Bomber in crisi?

La partita vinta dal Napoli per una rete a zero, sul campo del Crotone, ha confermato la crisi del suo bomber, Dries Mertens, in zona gol. Il belga, dopo uni inizio di campionato scoppiettante, non riesce a sbloccarsi. La sua ultima realizzazione risale addirittura al 29 ottobre contro il Sassuolo. Ad ogni modo, il folletto belga è solo il primo di una serie di grandi giocatori non proprio in forma. La situazione di Andrea Belotti è emblematica della crisi dei grandi attaccanti della serie A: l’attaccante del Torino, dopo essersi ristabilito dall’infortunio al ginocchio, ha segnato una sola rete proprio al Napoli di Mertens. Purtroppo, il Gallo ha subito un nuovo infortunio allo stesso ginocchio, anche se la risonanza magnetica ha escluso lesioni al legamento crociato; per i tempi di recupero bisognerà attendere qualche giorno. Altro giro, altri bomber in crisi: Edin Dzeko e Paulo Dybala. In serie A, il romanista, sulla stessa lunghezza d’onda di Mertens, ha bucato la porta avversaria una solo volta negli ultimi due mesi. Lo juventino arriva da tre panchine di fila, figlie di un periodo molto complicato per il numero 10 argentino. Dopo un inizio di campionato strabiliante, Dybala ha perso smalto e brillantezza, tanto da costringere il proprio allenatore a relegarlo in panchina. Dzeko e Dybala avranno tuttavia l’occasione per riscattarsi, questa sera, rispettivamente contro Sassuolo e Verona. Merita un capitolo a parte la situazione di Kalinic, attaccante croato arrivato in estate al Milan per 25 milioni di euro. Kalinic rispecchia la drammatica situazione della propria squadra, undicesima in campionato e in crisi di identità e di risultati. Il croato sta collezionando una sfilza di partite da 4 in pagella e il gol di Cutrone, subentrato proprio al croato, nel derby di Coppa Italia, potrebbe aver scalfito in maniera decisiva le sue residue certezze.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: