Attualità

A Sanremo, la Liguria fra i protagonisti…

Proprio così: la Liguria, a casa propria, era prima un po’ in disparte al Festival di Sanremo: ora, finalmente…la Regione Liguria sarà protagonista a Sanremo, che si avvicina a più non posso… con una campagna di promozione del territorio in occasione del Festival della canzone italiana: un’opportunità unica, finalmente sfruttata,  per mettere in evidenza le bellezze della nostra regione grazie alla visibilità nazionale e internazionale della kermesse. Le bellezze e gli splendidi scorci della Liguria saranno trasmessi in diretta nazionale attraverso il video “La Liguria è un’altra cosa”, che sarà mandato in onda durante le dirette di tutte le serate del Festival.

In più, ristoratori, maestri artigiani, chef, insieme coi prodotti dell’enogastronomia regionale, con le altre tipicità, saranno in primo piano, con i pregi paesaggistici della Liguria ,durante una serie di appuntamenti televisivi e radiofonici di portata nazionale: il pesto, l’oliva taggiasca, il coniglio alla ligure, la focaccia di Recco al formaggio, il polpo; levante e ponente, costa ed entroterra saranno protagonisti nei programmi “La prova del cuoco”,  “Uno mattina”,  “Sereno variabile”, “Buono a sapersi” e su Radio 2. La Regione Liguria ha inoltre messo a disposizione il premio per la categoria “Nuove proposte”, realizzato da Artigiani in Liguria, che sarà consegnato al vincitore, dal presidente della Regione, nella serata di venerdì 9 febbraio.

Il premio che verrà consegnato al vincitore delle Nuove proposte è stato realizzato grazie al sostegno del marchio “Artigiani in Liguria”: si tratta di un’opera a tema marinaro, un disco in vetro su di un supporto in rame fatto a mano, con intarsi in ottone. Attorno al disco, emergono altre decorazioni in vetro che rappresentano stelle marine e conchiglie. Gli artisti che hanno realizzato il premio sono Filippo Passalacqua di Sori e Giancarlo Faccio di Genova per le parti in metallo, Vanessa Cavallaro e Costantino Bormioli, entrambi di Altare, per quelle in vetro. In passato la ceramica aveva spiccato, nello stesso contesto, col nome del cellese Marcello Mannuzza. Tocca ora all’arte vetraria di Altare, riscuotere la giusta rinomanza!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: