Lettere alla redazione

In ricordo di Bettino Piro, questa mattina omaggiato dai tifosi biancoblu

Questa mattina, tifosi hanno salutato un tifoso che ha fatto il presidente del Savona calcio.
Un momento bello pur nella tristezza di una vita che si è fermata.
Bettino Piro non è stato dimenticato come persona, semplicemente perché ha dedicato molta passione alla squadra biancoblu e, soprattutto, ha acceso e donato entusiasmo.
Nel logorio della vita moderna, chi riesce a motivare e coinvolgere con una passione ha indubbi meriti.
E proprio per questo stamattina a fianco della moglie e dei figli, il coro è stato dedicato a lui, alla persona e non alla squadra di calcio.
Personalmente un’emozione mi ha accompagnato, non dimenticando che a vedere il Savona ai suoi tempi ci andavamo tutti insieme, la mia famiglia con mio padre che, dopo anni di anonimato della squadra del cuore, si era convinto a tornare allo stadio.
Proprio questo vale già la presenza mia e di mio fratello stamattina.
Non dimenticando che quando, in una successiva gestione societaria, accompagnammo papà in carrozzella, il mondo civile si accorse che i disabili non potevano accedere. 
Successivamente si creò per questi la curva San Vittore, nel posto piu lontano dal campo, sotto un gazebo da spiaggia e con tagli all inferriata per la visuale. 
Tale posto è ancora cosi oggi.
Ecco, caro presidente, fosse accaduto ai tuoi tempi, dopo mezzora ci sarebbero stati gli operai delle tue aziende a spianare la postazione per fornire uno stadio di accesso ai meno fortunati.

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: