Attualità

C.I.E. – Centro di identificazione ed espulsione – ad Albenga? “No grazie”, dal Sindaco Cangiano

Si torna a parlare, dopo l’insediamento di Matteo Salvini al Ministero degli Interni, di Centri di Identificazione ed Espulsione (Cie); il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti conferma: “Siamo favorevoli ad avere un Cie in ogni regione”. Ma il C.I.E. della Liguria dove avrebbe sede? Naturalmente si ritorna sulla proposta di destinare ad esso gli spazi della ex Caserma Piave di Albenga, per le vaste dimensioni dei locali e la vicinanza all’aeroporto. Ma si fanno i conti senza l’oste percè il sindaco Giorgio Cangiano dichiara la più decisa contrarietà e così si esprime: “Occorre chiarire, innanzitutto, che attualmente non c’è nulla di concreto e credo che quanto dichiarato dal Presidente Toti sia stata solo una ipotesi senza fondamenti particolari dato che non mi risulta ci siano tavoli di trattative o discussioni sul tema. Il Comune, in questo caso sarebbe ad ogni modo parte attiva e la nostra posizione sarebbe molto chiara”.

“Ribadiamo la nostra contrarietà a questa ipotesi. Sarebbe una scelta priva di ogni logica anche perché si tratterebbe di realizzare un Cie in una zona centrale della città, tra l’altro una zona in via di sviluppo anche per quel che riguarda il turismo e la presenza di un Cie sarebbe quanto mai inopportuna. Dobbiamo rilevare, inoltre che Albenga presenta già delle problematiche serie per la presenza di stranieri irregolari e che aggiungere in Centro di identificazione ed espulsione qui renderebbe la situazione ancor più tesa e complessa. Infine la struttura è di Cassa Depositi e Prestiti che in passato ci ha già garantito che era esclusa l’ipotesi di un Cie nella struttura. Non mi risulta che siano subentrati altri elementi o contratti.Credo che sia opportuno parlare di questo argomento quando ci saranno contatti ufficiali e ipotesi reali, ma possiamo già anticipare la nostra posizione a riguardo: un Cie ad Albenga sarebbe una scelta illogica e nel caso fatta da chi non conosce il territorio”.

Anche i “Cittadini Stanchi”, informati sull’ipotesi del CIE, manifestano il loro dissenso e dichiarano: “Non possono toglierci l’ospedale, intervenire e non accettare il dialogo sui centri salute e ora ipotizzare anche un Cie ad Albenga. Noi siamo profondamente preoccupati e siamo contrari a questa possibilità. Nel caso manifesteremo seriamente la nostra posizione e il nostro serio rifiuto”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: