Attualità

Carnevale d’estate a Loano…sempre caldo

Ieri sera, 28 luglio, a Loano, la versione estiva del Carnavaloa, ha animato via Roma e “riscaldato”, se ancora ne fosse stato il caso, l’atmosfera…in un corso Roma gremito, Carnevalöa Summer Edition, come viene chiamata la manifestazione nel tempo d’estate, ha stuzzicato la curiosità, il divertimento e la follia squisitamente estiva. La sfilata, organizzata dall’Associazione Vecchia Loano, con il patrocinio e il contributo dell’Assessorato al turismo, cultura e sport del Comune di Loano, propone una festa in stile Rio, se possibile, con balli, gruppi in maschera e musica a non finire e si conferma uno degli appuntamenti più attesi dell’estate rivierasca, come l’ormai reputato e blasonato classico Carnevaloa d’inverno!

La serata è stata condotta da Stefania Vivioli, ed ha ospitato numerose delegazioni carnevalesche provenienti da tutta Italia; ospite dell’edizione 2018 il gruppo “Stavolta mia moglie mi manda a funk“. La banda musicale “Cau de noi” di Noli, ha partecipato come fanfara ufficiale ed alle 21.00, come “amuse-gueule”, i “Vespusurdu” Rock & Blues Band, si sono esibiti in concerto, come già alla “notte bianca” del 21 giugno.

Ad aprire la sfilata sono stati comunque i tipici carri della tradizione, quelli che hanno valso a Loano l’inserimento fra le città dei Carnevali storici, a norma di provvedimento ministeriale; pertanto il carro dell’Orologio (Porta Passorino) con la maschera ligure Capitan Fracassa e le due maschere loanesi “U Beciancìn”, Re del Carnevale e maschera ufficiale del Carnevalöa, e “U Puè Peppin”, maschera tradizionale del carnevale di Loano. Poi i carri dei borghi: Super Mario Bros (realizzato dai Matetti Burdelluzi), Wonder Woman (Borgo di Dentro), Il vascello Fantasma (piazza Rocca), Antichi Romani (Meceti), Frozen (Maina de Loa), I Trolls (Prigliani), con l’aggiunta del carro dei Bagni Varesina di Loano.

Alla sfilata numerosi sono stati le maschere ospiti ed i carri dei comuni rivieraschi e dell’entroterra che hanno aderito alla manifestazione: Viva la Foca (da Bardin Vecchio), Adriano Celentano (Borghetto), I Pescatori di Varazze (Varazze), Pacman (Ceriale), Ecomondo (Ortovero).

La parata di carri e maschere è partità da Campo Cadorna, ha percorso corso Roma e raggiunto piazzale Mazzini, per fare inversione, fra l’allegria e l'”invexendu” più totale, e ritornare alla base di Campo Cadorna. Un incidente ha gettato un’ombra sulla manifestazione: olio bollente debordato da una friggitrice o il fuoco del fornello sulla quale la stessa era posta, hanno causato un inizio di incendio che una volontaria della Croce Rossa si è affrettata a spegnere con un estintore ma provocando a sè stessa una intossicazione, in forma lieve, a causa dei fumi e delle polveri sollevatisi dopo l’aspersione delle schiume. La volontaria è stata ricoverata in ospedale: a questo angelo, uno di quelli, e sono parecchi e non sono mai troppi, che vegliano su di noi e per noi, un saluto ed un augurio speciali!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: