Attualità

Provincia: sta per iniziare l’era Olivieri

La Provincia, da oggi, avrà una direzione proveniente dalla Val Bormida, anzi dall’alta Val Bormida. Nel palazzo della Provincia, noto come Palazzo Nervi, dal nome di Pier Luigi Nervi (1891-1979), l’ingegnere con la passione dell’architettura in cemento armato che progettò la stazione di Mongrifone e lasciò il progetto per la sede della Provincia, siederà a seguito della consultazione, scontata, cui parteciperanno i 69 sindaci e 773 consiglieri comunali, il candidato unico, ovvero il sindaco di Calizzano, Pierangelo Olivieri. Avvocato, 45 anni, orientamento politico di centro-destra, sindaco di Calizzano al secondo mandato, riconfermato nel 2017, Olivieri aveva proposto, lo scorso settembre, la sua candidatura alla poltrona presidenziale provinciale, rilevando il mandato del presidente uscente Monica Giuliano.

Una candidatura che ha raccolto l’adesione trasversale della quasi totalità dei sindaci. «Andiamo a concretizzare un’idea nata diversi mesi fa, in ambito valbormidese – afferma Olivieri – I primi incontri si svolsero nello scorso autunno, partendo dal presupposto che quella delle nuove elezioni provinciali potesse essere un’occasione per il territorio, anche rispetto alle sue esigenze. Nacque da qui il primo documento condiviso, poi fatto circolare tra i sindaci, ed incardinato su alcuni concetti chiave, come quello dei collegamenti viari, delle scuole e delle problematiche climatiche e stagionali». La scelta del sindaco di un Comune dell’entroterra è significativa e forse vuol significare che la Liguria collinare e montana non è più in second’ordine,ma anzi, in tendenza con l’emergere, negli ultimi anni sempre crescente, di interesse per l’entroterre e le sue sorprendenti tipicità! Il nuovo Presedente così si esprime sulla scelta che lo riguarda:«Una scelta ponderata: si è ritenuto che la figura di un amministratore di un piccolo Comune potesse essere un valore aggiunto, per fare della Provincia una “casa dei Comuni”. Un’idea che si è rivelata azzeccata».

Sostanziale continuità pertanto,in una azione in cui si guarda ad interessi comuni e che gli ultimi disastrosi eventi avvenuti in provincia rende ancora più attuale e fondamentale.

Confidiamo in un’unica differenza, un po’ per battuta e l’avevamo già detto:speriamo che Olivieri non venga ricordato, a differenza della Giuliano, per l'”autovelox facile”!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: