Attualità

Sotto l’ombra Del chinotto (Extra) – Come da copione

Dal botta e risposta di Bra (stadio “Attilio Bravi” ore 14.30 di merc.14/11) è arrivata puntualmente la conferma di quanto già ampiamente anticipato. Dopo un primo tempo di attesa sostanzialmente equilibrato ad inizio ripresa Boilini e  subito dopo Giglio hanno firmato l’1-1 finale. Gli striscioni pur mantenendo l’imbattibilità in campionato, sono però inesorabilmente scivolati a quota -6 dal Lecco capolista vittoriso per 2 a 1 sul Chieri. Il buon punto preso dai giallorossi piemontesi che hanno consolidato la parte sinistra della classifica, non è certo una sorpresa visto l’andamento delle contendenti e la oramai consolidata tendenza di Bellussi e compagni a prendere almeno un gol a gara (ciò è avvenuto nove volte su nove).
L’inedito atteggiamento tattico adottato (3 – 4 – 3) con la difesa a tre formata da Vittiglio, Garbini e Guarco, e Corbier e Grani larghi sulle corsie esterne a spingere, non ha dato i frutti attesi. Si aggiunga l’assenza a sorpresa di bomber Virdis, che è partito dalla panchina, ed ecco spiegato l’ennesimo pari che allontana dai battistrada visto che anche la Sanremese ha fatto il colpaccio esterno col Ligorna strappando i tre punti al 94° (zona Lupo) con Pippo Scalzi. Ancora un’occasione persa in definitiva, anche in questo decimo turno infrasettimanale del girone A, in cui biancoblu di Grandoni erano chiamati a far risultato per non perdere contatto da Lecco e Unione Sanremo che invece come detto hanno vinto. Con la terza posizione conservata (anzi ora in solitaria) domenica 18 novembre al Bacigalupo sbarcherà il Casale, che viaggia nelle posizioni intermedie della graduatoria ma che come il Brà di Fabrizio Daidola è una rivale storica in piena salute corroborata dalla bella affermazione sulla Caratese che e che certamente non sarà facile piegare.
(Foto d’archivio)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: