Attualità

Fuochi d’artificio, spettacolo della discordia

Neppure in occasione delle imminenti festività, Savona termirà l’anno ormai agli sgoccioli ed inizierà l’anno nuovo con uno spettacolo in Darsena, atteso da molti che non possono che sottolineare ancora una volta la loro delusione. A quanto pare le casse del comune non sono così piene ma e si ripiega così sulla corsa dei Babbo Natale, il 22 dicembre, e sui fuochi d’artificio per salutare il Capodanno.

Se per la corsa dei ” Babbi”, i malumori riguardavano e riguardano il pagamento di una quota d’ iscrizione e quest’anno il Comune chiederà dieci euro, i fuochi d’artificio fannno scoppiare i “fuochi d’articio” ancor prima, perchè associazioni animaliste e proprietari di cani e gatti, sono decisamente contrarie e sottolineano i rischi per gli animali; l’Enpa così si esprime “A Savona vivono moltissimi anziani, spesso soli, tante famiglie con 7.900 cani e oltre novemila gatti. Ad ogni manifestazione si verificano fughe di cani e gatti terrorizzati e che spesso non vengono più ritrovati o muoiono investiti dalle auto. Per venire incontro ai desideri di tutti, sia di chi non li sopporta sia di chi li apprezza, molti comuni hanno scelto sistemi all’avanguardia, quali fontane o droni luminosi che illuminano silenziosamente il cielo”. L’associaziano di protezione degli animali, insieme col Comitato aree canine e con circa 500 cittadini savonesi  aveva presentato, il 15 novembre scorso, una petizione al Comune che non ha sortito alcun risultato. In parallelo, c’è chi farebbe a meno dei fuochi per uno spettacolo prestigioso come in anni passati. Comunque, dopo secoli, da quando si sparano fuochi d’ artificio, con echi importanti nella musica, come nella famosissima “Royal Fireworks Music” di Haendel, come in due famosi brani di Stravinsky e di Debussy, è solo da pochi anni, siamo onesti, che ci si è accorti degli effetti nocivi sul comportamento degli animali domestici; se animalisti e proprietari di cani invitano a ricorrere ai “sistemi all’avanguardia” si invitino anche loro a provvedere ad uno sforzo di custodia maggiore dei loro animali, nel periodo, in fondo breve, in cui si eseguono i lanci pirotecnici. Ci si venga incontro reciprocamente!

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: