Politica

Elezioni amministrative 2019 Intervista di fine mandato al sindaco di Cisano sul Neva Massimo Niero

Il prossimo 26 maggio si terranno le elezioni amministrative per il rinnovo di alcuni consigli comunali e nella nostra provincia sono ben 44 i comuni al voto. Tra questi troviamo Cisano sul Neva, comune di circa 2100 abitati, avente come sindaco uscente Massimo Niero, candiato nella lista civica “Futuro e Tradizione” eletto nel 2014.

Sintesi del programma elettorale del 2014

Tutto cosa era presente nel programma è stato fatto : volevamo essere un comune non solo a vocazione agricola e ci siamo riusciti con il Festival dell’Outdoor facendo conoscere le nostre potenzialità attraverso gli sport come la bicicletta, l’arrampicata, la corsa ed il passeggio. Siamo capofila del nostro GAL che comprende 16 comuni e per noi è importante perché abbiamo avviato un progetto sui sentieri con 300.000 euro di fondi comunitari per il psr per la progettazione e la creazione di percorsi per migliorare il panorama. I nostri bilanci sono a posto e nel programma vi era la sistemazione del centro storico con la realizzazione a breve del terzo lotto, la pavimentazione dei caruggi dietro la chiesa finanziati con l’avanzo di amministrazione, la valorizzazione delle proprietà comunali e della viabilità, il riaccreditamento di “Cisano salute” con l’Asl che è stato privatizzato e fatto da noi e la cosa più importante è che il nostro comune è diventato partner importante per altre realtà del territorio, la realizzazione della palestra per un milione di euro che è diventata un punto di riferimento per le frazioni di Albenga che è stata pagata per la sua totalità dal Ministero dell’Istruzione.

Cose che voleva fare e che ha fatto in questi cinque anni

La palestra del valore di 1 milione di euro, l’incremento della popolazione di circa 250 persone, l’aumento della qualità della vita, i rifiuti di prossimità con isole ecologiche sulle strade provinciali ed ora siamo arrivati ad un porta a porta spinto con quasi il 70% di differenziata e nel 2017 il nostro è stato un comune riciclone , il centro prelievi, la ristrutturazione della scuola e la palestra annessa alla scuola fruibile da tutti che migliora la qualità della scuola stessa.

Cose che voleva fare e che non ha potuto realizzare in questi cinque anni

Praticamente nulla perché ho dato il massimo contando che nel 2016 abbiamo avuto una grande alluvione e in un anno è stato sistemato tutto.

Cose che non pensava di realizzare e che ha realizzato in questi cinque anni

La palestra della scuola è stata una risposta importante alla città senza alcun colore politico.

La Sua più grande “vittoria”

Ho mantenuto il gruppo unito ed il mio è un gruppo nel quale non vi è appartenenza politica ma solo voglia di migliorare la città come, ad esempio, la piazza, il centro storico e la piantumazione di 12 nuove palme

La Sua più grande “sconfitta”

Dopo l’alluvione ho potuto vedere parte dell’amministrazione regionale vicina a noi ma nessuno è venuto ufficialmente.

Bilancio della Sua amministrazione​

Molto positivo anche perché tutte le risorse disponibili a bilancio sono state impegnate e con anas e la provincia ho sistemato strade e tombini tutelando al meglio la nostra città senza dimenticare cittadini ed imprese. Il nostro paese è bello e accogliente ed ha anche una vocazione turistica oltre a quella contadina. Ricordo inoltre che ho sistemato la pala di Cenesi e riqualificato la scuola di Cenesi che diventerà la sede della Protezione Civile per più di 30 persone.

E’ soddisfatto del Suo lavoro di Sindaco svolto in questi cinque anni?

Assolutamente sì. Questa è la mia prima esperienza in politica e tutti, fin da subito, ci siamo rimboccati le maniche senza mai mollare e quando tutti lavorano è il miglior risultato per i cittadini. Siamo sempre presenti, pronti a discutere e a prenderci le responsabilità per la tutela delle persone ascoltando tutti e tramutando le richieste in fatti concreti convinti che ci fossero ambiti in cui abbiamo avuto un lancio effettivo come la scuola, la viabilità e lo sport. Dal demanio abbiamo avuto l’ok all’acquisizione dell’area dell’ex polveriera di circa 15.000 metri quadrati per la realizzazione della cittadella dello sport outdoor senza dimenticare uno spazio recintato per lo svolgimento all’aperto di tutte le attività.

Si ricandida alle elezioni del 26 maggio?

Mi ricandido.

Una frase che la rappresenta

Io rappresento tutta la cittadinanza e cosa fatto è stato per migliorare la vita dei nostri cittadini

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: