Attualità

A Savona l’ultima tappa del tour “Un campione per amico”

Si è tenuta, alla presenza del sindaco Ilaria Caprioglio, dell’assessore allo sport Maurizio Scaramuzza, dei campioni Adriano Panatta, Ciccio Graziani, Andrea Lucchetta e Juri Chechi, l’ultima tappa del tour Un campione per amico nel quale i campioni dello sport presenti hanno giocato con i bambini delle scuole savonesi.

“Sono molto emozionata”, ha dichiarato il sindaco Ilaria Caprioglio, “ed i campioni qui presenti, che ringrazio molto, insegnano ai ragazzi le regole dello sport ma anche il divertimento”.

Stessa soddisfazione da parte di Fabio Venturino, Area Manager di Banca Generali Private in Liguria, sponsor del tour :”Ringrazio la città di Savona che ci ospita e ricordo che questo è il decimo anno che sponsorizziamo questo importante evento in diverse città italiane. I campioni giocano con i bambini e proprio ai bambini abbiamo donato un libro a fumetti che li avvicina alla finanza visto che nel nostro paese non si studia educazione finanziaria mentre negli altri paesi ciò avviene fin dalla scuola elementare e noi abbiamo deciso di avvicinarli alla materia in questo modo”.

“Siamo qui per far divertire i bambini”, afferma Ciccio Graziani, “perchè lo sport è vita. Diamo loro consigli per crescere e tutti i ragazzi devono fare sport poichè si cresce meglio e si sta bene con una particolare attenzione anche ai bambini sovrappeso”.

“Questa piazza ha in sè un’importante capacità di animarsi”, sottolinea Andrea Lucchetta, “e scoprire che il sindaco di questa città, Ilaria Caprioglio, è un’ex pallavolista mi fa molto piacere. Intrattenere ed animare è molto importante così come condividere e se si condivide un sorriso l’importanza cresce. Ho giocato con più di 120.000 bambini, sono circa 15 anni che gioco con loro e tutti erano sempre contenti di fare questa esperienza; sono convinto che il vero inno alla vita è saper condividere sorridendo”.

“Questo è un giorno di allegria per tutti”, evidenzia Adriano Panatta, “e l’approccio allo sport sarà libero senza stress, cosa per noi importante, e sono convinto che questo progetto debba essere mantenuto”.

“Mi piace stare con i giovani avendo come obiettivo quello di farli divertire e lo sport è un’importante opportunità. I ragazzi praticano poca attività sportiva e per noi uno degli obiettivi è quello di avvicinarli alle varie discipline anche se nelle scuole c’è poco investimento per lo sport. Occorre che gli studenti possano praticare più ore di sport a scuola insegnando loro la teoria perchè lo sport è anche cultura”, conclude Juri Chechi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: