AttualitàPolitica

Intervista di inizio mandato al sindaco di Millesimo Aldo Picalli

Il 26 maggio scorso si sono tenute le elezioni comunali e nella provincia di Savona i comuni al voto erano ben 44.

Tra i comuni al voto troviamo Millesimo, paese di circa 3300 abitanti, avente come sindaco Aldo Picalli, alla sua prima esperienza politica.

 

Sintesi del programma elettorale delle elezioni del 26 maggio

Il mio programma elettorale era diviso in cinque punti : area lavori pubblici ed urbanistica, area sociale e sicurezza, area amministrazione e controllo di gestione che comprende tributi, bilancio e patrimonio, area sviluppo economico comprendente industria e commercio ed area associazioni, sport, volontariato, turismo e cultura. Questo ultimo punto è un vero e proprio treno in corsa per le feste estive e ci siamo trovati a gestire eventi pensati dalla precedente amministrazione

 

Perchè ha deciso di candidarsi sindaco?

Le mie attitudini sono di progettazione, voglio un progetto per la città che sarà realizzato a stralci ed i singoli punti sono come piccoli lotti da gestire

 

Cosa intende realizzare nei Suoi primi 100 giorni?

I primi cento giorni saranno dedicati a capire le funzioni della macchina comunale, a rendere i paese sicuro, pulito e dedicarci alla manutenzione ordinaria senza dimenticare il decoro urbano perchè il paese ne ha molto bisogno. Progetteremo anche un’area cani, aumenteremo i cestini e avremo una particolare attenzione ai rifiuti poichè a Millesimo vengono conferiti spesso anche quelli dei comuni limitrofi

 

La Sua giunta comunale

I membri della mia giunta sono tutti alla loro prima esperienza in questo ruolo ma sono professionisti e capaci di svolgere le funzioni per cui li ho scelti

 

Perchè pensa che i cittadini abbiano scelto Lei e la Sua squadra invece che i Suoi avversari?

Non lo so ma io sto sempre tra la gente, ho sempre lavorato qui, anche con il comune, e posso dire che Millesimo è un paese serio. La mia squadra era una squadra credibile e la gente ci ha premiati; la mia era una lista civica mai legata ai partiti ed io sono sempre stato aperto a tutti i partiti ed a coloro che hanno portato soldi ed energie per fare crescere il paese

 

Le Sue priorità come sindaco

Far funzionare meglio la macchina amministrativa, riqualificare la casa di riposo, sistemare al meglio le associazioni sportive dando loro il gusto spazio per esprimersi, cambiare pesantemente l’urbanistica come, ad esempio, la viabilità, puntare molto sul turismo e portare gente qui valorizzando gli elementi storici del paese, creare infrastrutture adeguate come ristoranti, hotel e luoghi di soggiorno poichè il territorio deve saper accogliere e la mia principale volontà è quella di far esplodere positivamente il commercio

 

Una frase che la rappresenta

Non abbiamo modi di dire ma abbiamo modi di fare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: