Attualità

Savona, iniziati in Via Vittorio Veneto i lavori di piantumazione delle nuove palme

Sono iniziati, alla presenza del sindaco Ilaria Caprioglio, dell’assessore Pietro Santi e dell’agronomo Ata Danilo Pollero, in Via Vittorio Veneto, i lavori di piantumazione delle nuove palme.

“Abbiamo dovuto togliere le palme malate a causa del punteruolo rosso”, ha dichiarato il sindaco Ilaria Caprioglio, “ed in questa zona ne abbiamo ripiantumate 14, ovvero l’esatto numero di quelle tagliate. Il saldo è positivo poichè è maggiore il numero degli alberi piantati che quelli tagliati perchè pericolosi come quelli in Corso Tardy e Benech o perchè malati come le palme. Queste piantumazioni sono molto importanti per il futuro della nostra città e per i nostri giovani perchè riqualifichiamo le aree dove c’erano alberi malati o diventati pericolosi. L’amministrazione ha una particolare attenzione verso il verde e dal 2016 abbiamo realizzato la Festa degli Alberi in collaborazione con le scuole per sensibilizzare le giovani generazioni su questi temi. Ringrazio i privati che ci hanno aiutato e voglio dire che a breve partirà il progetto di riqualificazione dei 14 parchi urbani finanziato dal Fondo Strategico Regionale ed inizieremo dai giardini del Prolungamento”.

Stessa soddisfazione da parte dell’assessore all’ambiente Pietro Santi :”L’amministrazione rivolge una particolare attenzione al verde e questo è il secondo intervento massiccio dopo quello di Corso Tardy e Benech con un restauro botanico. I prossimi lavori verranno effettuati nella zona di San Michele e sono stati complessivamente investiti circa 25.000 euro; il fronte mare è una parte importante della nostra città e la nuova piantumazione di palme dà una buona immagine di Savona”.

“Dal 2016 ad oggi il patrimonio arboreo della città di Savona è aumentato di 24 unità e la palma Washingtonia è molto più robusta di quelle presenti in precedenza avendo foglie meno sfrangiate in punta ed il punteruolo rosso non fa danni perchè la pianta in questione ha il cuore più piccolo e più fibroso”, afferma l’agronomo Ata Danilo Pollero, “e voglio dire che è difficile stabilire l’età delle palme poichè dipende dalle condizioni di allevamento. La prossima settimana, in questa zona, verranno piantate altre 13 palme e non verranno messi bastoni per il sostegno ma ci sarà un tutoraggio a terra con 2-3 tiranti sulla base intorno alla zolla e questo sostegno è realizzato con un tessuto artificiale che si biodegrada. Abbiamo dovuto tagliare 109 delle 151 palme presenti in città ed ora ne rimangono solo 6 da togliere in Via Brilla; nelle altre zone sono stati fatti trattamenti che rallentano l’azione dell’insetto ma non si garantisce l’efficacia poichè siamo arrivati tardi rispetto ad altri comuni come, ad esempio Vado Ligure. I primi casi di punteruolo rosso si sono avuti a Sanremo e qui il numero di palme malate è stato maggiore che a Savona ma erano molte le varietà presenti mentre da noi era presente solamente un tipo, la palma Canariensis. Il tipo di palma che verrà piantato è molto robusto e voglio ricordare che in totale sono stati abbattuti 80 alberi ma ne sono stati ripiantati circa 104 soprattutto nelle zone di Via Braia e Via Giachero”.

“Bisognerebbe continuare con i ricambi poichè gli alberi piantati nelle città hanno un ciclo di vita ed occorre un rinnovo degli stessi come è avvenuto in Via Mazzini ed in Corso Tardy e Benech effettuando una costante manutenzione ordinaria”, conclude Pollero.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: