Attualità

Mi sembra che con queste “allerte” si stia esagerando

Partendo dal giustissimo presupposto che l’informazione sugli eventi atmosferici debba essere fatta in anticipo a salvaguardia della salute di tutti i cittadini, allo stesso modo credo che si stia un po’ esagerando nell’emanare “stati d’allerta” che spesso sono del tutto ingiustificati. Lo stato d’allerta comporta la chiusura delle scuole, delle palestre e di altre strutture pubbliche che non hanno ragione di essere chiuse. Comprendo benissimo che le amministrazioni comunale, sindaco in testa, non vogliano prendersi nessuna responsabilità, preferendo lo stop totale ad ogni attività. Se ogni volta che è in arrivo una perturbazione atmosferica diamo un allarme, rischiamo di paralizzare la vita dell’intera città. Con questo non nego certo l’assoluta importanza ed utilità dell’informare la popolazione di eventi che potrebbero causare disagi, o peggio ancora ma, cerchiamo di farlo però quando tutto questo è veramente necessario e, non per ogni temporale o acquazzone che, nei mesi invernali, sono più che normali. Esagerare negli allarmismi potrebbe convincere molti a non credere più alle allerte che vengono emanate, ottenendo quindi, l’effetto contrario. Vi ricordate della favoletta del “Al lupo al lupo”’ giustissimo, sacrosanto e doveroso informare i cittadini dei pericoli esistenti, ma facciamo quando davvero serve.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: