Attualità

Savona, inaugurata l’edizione numero 8 di “Orientaragazzi”

E’ stata inaugurata, alla presenza dell’assessore Ileana Romagnoli e dei rappresentanti delle realtà locali, l’edizione numero 8 di “Orientaragazzi” che si terrà al Priamar dal 28 al 29 novembre indirizzato ai ragazzi delle scuole medie inferiori per permettere loro di scegliere con maggiore conoscenza le diverse scuole superiori.

“Ringrazio tutti i soggetti coinvolti dicendo che quest’anno sono tre le postazioni coinvolte : la Sala della Sibilla, il Palazzo del Commissario e le Cellette”, ha dichiarato l’assessore Ileana Romagnoli, “e vengono illustrate tutte le possibilità che la provincia di Savona dà ai ragazzi per il futuro. I giovani necessitano di una formazione costante ed occorre quindi conoscere tutte le possibilità offerte valutando le opportunità e le debolezze. La scelta della scuole superiore è la prima di tante che coinvolgono i ragazzi ma dev’essere ponderata coinvolgendo anche le famiglie che devono supportare i loro figli ma ricordandosi che la scelta dev’essere dello studente. Occorre vedere i piani di studio di tutte le scuole per sapere cosa si studierà e qui sono riunite tutte le scuole della provincia più alcune provenienti dalle province vicine sottolineando così l’importanza della manifestazione. Occorre offrire ai ragazzi un programma valido e spero di poter migliorare sempre questo evento”.

Stessa soddisfazione da parte del signor Clavarino dell’Ufficio Scolastico Provinciale :”Saluto tutti ricordando come la scuola soffra le fragilità dei giorni nostri ma si lavora per superare tutte le criticità. Tutti i territori della regione sono uniti per eventi di questo genere e tutti gli istituti sono a disposizione per comunicare i vari open day durante i quali verranno accolti i visitatori. Occorre collegare sempre di più la scuola con il mondo del lavoro ed eventi di questo tipo sono importanti per lo scambio di idee”.

“Abbiamo un progetto di orientamento con attività e proposte per tutti”, afferma la rappresentante di Aliseo, “e formiamo anche gli istituti con un percorso di quattro aree : conoscere sè stessi, il mercato del lavoro, la conoscenza della società e la conoscenza reale dell’offerta formativa. Vi è in programma la formazione dei docenti che a loro volta iscrivono le classi coinvolgendole nei nostri lavori”.

“Mi occupo di orientamento e ricordo che l’istruzione tecnica è importante”, sottolinea il rappresentante dell’Unione Industriali, “e 13 anni fa è nato il progetto Fabbriche Aperte con obiettivi importanti; ricordo anche che gli istituti tecnici della provincia di Savona non hanno diplomati sufficienti a coprire il turn over”.

“Ringrazio per l’invito dicendo che abbiamo un progetto per far conoscere il mondo del turismo e del commercio”, evidenzia la rappresentanza di Confcommercio, “e quello dei servizi è il settore con più possibilità ed opportunità ma è fondamentale lo studio, soprattutto delle lingue straniere”.

“Siamo qui per Stile Artigiano”, ricorda il rappresentante di Confartigianato, “e nelle Cellette sono presenti stand di importanti enti di formazione senza dimenticare gli incontri con le imprese e gli artigiani”.

“La nostra è una realtà del territorio importante”, ribadiscono le rappresentanti del Campus, “e ricordiamo che ogni scuola permette l’accesso all’università. Facciamo orientamento dalle elementari e nel campus sono presenti anche diverse aziende tra cui la Fondazione CIMA e altre realtà. Sono molti i servizi presenti : mensa, bar, palestra, biblioteca e altri. Offriamo corsi di laurea in ingegneria, scienza delle comunicazioni e scienze motorie ed il nostro open day sarà il 27 febbraio; voglio inoltre ricordare che la nostra biblioteca è aperta anche per gli studenti delle superiori”.

“Siamo un datore di lavoro molto importante e all’interno della nostra azienda si può crescere professionalmente”, dichiara il rappresentante di Costa Crociere, “ma voglio ricordare che abbiamo 15 navi in servizio più 3 in ordine con 3 milioni di ospiti ogni anno. La nostra crescita porta con sè nuovi posti di lavoro e ci occupiamo anche di formazione essendo la meritocrazia l’unica cosa che conta”.

“L’orientamento per noi è importante”, evidenzia il rappresentante delle forze armate, “e proponiamo il reclutamento andando anche nelle scuole medie poichè esistono le scuole militari come triennio di liceo valido anche per l’ammissione all’università. Esistono scuole militari per ogni corpo tranne che per i carabinieri che ne sono ancora sprovvisti”.

“Quest’anno festeggiamo i nostri 30 anni e siamo un ente di servizio civile con un importante progetto chiamato #inpiedi per la non-violenza e l’educazione civica che coinvolge attivamente i ragazzi valorizzando le loro competenze. Presso Corso Ricci n.36 abbiamo il Condominio Solidale nel quale sono presenti giovani stranieri che offrono gratuitamente conversazioni di lingua”, conclude la rappresentante di Progetto Città.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: