Attualità

Calciando in rete – Quando l’allenatore diventa “ultrà”

Un immagine alquanto singolare che è diventata oramai un cult del web. L’allenatore del Foggia, Ninni Corda (vecchia ed indimenticata conoscenza biancoblù), non ha seguito infatti la partita di domenica 27 ottobre in un posto qualsiasi ma in mezzo ai tifosi rossoneri, nel settore ospiti dello stadio di Nardò. Il tecnico era in tribuna per squalifica e al gol del vantaggio del Foggia è stato preso di mira dai tifosi locali: prima che l’aggressione degenerasse, il tecnico e i dirigenti hanno preferito spostarsi in mezzo ai tifosi rossoneri e Corda ha iniziato a sfogare tutta la propria adrenalina, arrivando anche a sventolare personalmente un bandiera. Il tutto mentre continuava a dare indicazioni al telefono al proprio staff. L’inizio di questa partita si era rivelato da subito molto ostico per via del campo in condizioni non idonee per la disputa di un match di calcio, ma il Foggia ha avuto il merito di sbloccarla al primo affondo, con Cittadino al 14’: il numero 10 rossonero era stato bravo a calciare da circa dieci metri con il sinistro in diagonale, anche se la deviazione di Acquaro era risultata decisiva. La rete realizzata dagli ospiti aveva prodotto una marea di polemiche da parte dei salentini, per via di un’incomprensione tra arbitro e guardalinee, ma il gol era stato considerato valido. Da quel momento in poi la partita del Giovanni Paolo II di Nardò, si era trasformata in una vera guerra su ogni pallone.Il Foggia al momento è reduce dalla vittoria sul Gladiator per 3 a 1 del 22/12 e guida la classifica del girone H della Serie D alla pari con il Bitonto.Tra le fila dei rossoneri milita il cairese ex Genoa Gabriele Gibilterr che lo scorso anno ha fatto la sua prima esperienza nel campionato professionistico giocando alcuni spezzoni di partita nell’Albissola in serie C.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: