AttualitàCultura e Musica

LA VERSIONE STORICA DEL ”BARBIERE DI SIVIGLIA” INCANTA IL CARLO FELICE

Pare incredibile che la prima del Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini, il 20 febbraio 1816 al Teatro Argentina di Roma, si concludesse con un fiasco (anche se poi, già alla seconda recita, il pubblico cambiò d’avviso): l’opera del compositore pesarese, tratta dalla commedia di Beaumarchais, è infatti una delle più affascinanti ed amate del repertorio operistico.
Così è un vero e proprio regalo, quello che il Carlo Felice fa al suo pubblico, nel ripresentare una straordinaria versione storica del Barbiere, strettamente legata a Genova per le scenografie, create da Emanuele Luzzati, a cui viene reso un doveroso omaggio. Essa andò infatti in scena per la prima volta nel 1998 al Teatro San Carlo di Napoli con Carlo Crivelli alla regia, Santuzza Calì costumista ed Emanuele Luzzati, visionario, poetico scenografo. Questo “Barbiere all’italiana, è ormai divenuto un classico, riproposto in teatri diversi, fra cui, nel 2013, la prestigiosissima Royal Opera House di Muscat in Oman.
Come sottolinea il regista, tale versione presenta “Un Rossini non grottesco, divertente, ma non forsennatamente divertente, dove la commedia non è farsa, dove i recitativi sono trattati e interpretati come prosa, dove gli oggetti e i mobili creati da Luzzati possono provocare situazioni paradossali, ma mai inutili”.
Un’atmosfera da sogno e da fiaba, quella che caratterizzava lo stile inconfondibile e più che mai attuale del maestro genovese, scomparso nel 2007, informano il Barbiere di Siviglia e la “folle journée” in cui Rosina, l’ottima Annalisa Stroppa, innamorata di un povero studente di nome Lindoro, ha la rivelazione che questi è addirittura il Conte di Almaviva (René Barbera). E dove Figaro, interpretato da un bravissimo Alessandro Luongo, primeggia in una chiave più moderna, meno tradizionale, pur nel rispetto di questa.
Anche gli interpreti d’eccezione, per entrambi i cast e per tutti i ruoli, hanno decretato il grande successo dell’opera, dove l’Orchestra del Carlo Felce è diretta dal maestro Alvise Casellati
Claudia Sugliano

Il Barbiere di Siviglia, Teatro Carlo Felice, Genova
Sabato 18 gennaio, ore 15, domenica 19, ore 15, martedì 21 ore 15.

Immagine: foto da Liguria notisie

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: