Attualità

Calciando in rete – Il calcio a porte chiuse

Epocale quanto necessaria una decisione è stata assunta : una buona parte della prossima giornata di campionato si giocherà a porte chiuse. Una presa di posizione storica, ma senza alternative, vista la situazione legata al Coronavirus. A tal proposito, il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha rilasciato le proprie impressioni sottolineando come l’intero sistema calcistico debba adeguarsi ai provvedimenti governativi: “Il calcio non deve essere d’intralcio alle autorità di governo e alle attività che stanno andando avanti. Abbiamo cercato di assecondare quanto previsto dalle ordinanze conciliando il divieto delle svolgimento di alcune manifestazioni con la possibilità di svolgerle a porte chiuse”. Insomma, un provvedimento che giova sia allo spettacolo che alla salute pubblica: “L’idea era quella di sfruttare le strutture sportive rinviando il minor numero di eventi senza però alcun tipo di rischio per la salute”.
L’ipotesi di giocare a porte chiuse era circolata già dopo i primi rinvii in serie A . Nelle regioni colpite dal virus “resta il divieto di manifestazioni sportive. Per alcuni eventi abbiamo dato la disponibilità a svolgerli a porte chiuse”, ha spiegato anche il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora .
“Sono già in vigore provvedimenti che vietano gli eventi fino a domenica prossima inizialmente per la Lombardia, il Veneto e il Piemonte. Ora con questo Dpcm abbiamo allargato anche a Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Liguria sottolineando il fatto che il provvedimento non è stato esteso al resto d’Italia perché non esistono le condizioni per prendere misure gravi”. E’ stato confermato che Inter-Ludogorets, ritorno dei sedicesimi di Europa League in programma il 27 febbraio a San Siro, si giocherà a porte chiuse, così come la sfida scudetto di domenica tra Inter e Juventus. La Federcalcio ha chiesto inoltre informazioni sullo stato di alcuni impianti, al momento chiusi dai rispettivi comuni e quindi non utilizzabili.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: