Attualità

Calciando in rete (extra) – Comitato medico Fifa “Non si giochi fino a settembre”

Il Presidente D’Hooghe ha preso una netta posizione in merito alla ripresa dell’attività agonistica : “Il calcio non è la cosa più importante. Sono molto scettico. Non si dovrà tornare a giocare prima della fine di agosto o dell’inizio di settembre. Il calcio improvvisamente non è la cosa più importante della vita. Sarei contento di poter riprendere le prossime stagioni senza ulteriori problemi e sarei altresì felice di veder ripartire i campionati. Bisogna evitare il ritorno del virus, che non è impossibile. Dobbiamo essere prudenti, è una questione di vita o di morte”. Michel D’Hooghe, medico belga e presidente del Comitato medico della Fifa è una figura autorevole e preparata e pertanto il suo parere condizionerà immancabilmente le scelte future. Nel frattempo Noël Le Graët, presidente della Federcalcio francese, ha confermato lo stop dei campionati di Ligue 1, Ligue 2, National e D1 femminile. “Abbiamo informato il Comex (comitato esecutivo della FFF), che queste quattro competizioni sono definitivamente interrotte per la stagione 2020-2021. Era impossibile, secondo le direttive della UEFA, considerare una ripresa in autunno. Ora dovremo applicare i regolamenti: ci dovrebbero essere quindi due promozioni e due retrocessioni per la Ligue 2, mentre in Ligue 1 avremo due retrocessioni. Per determinare la classifica, conteranno i risultati maturati alla 27esima giornata. A meno che la Coppa di Francia, che è una nostra priorità, non possa essere giocata”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: