Archivi

Attualità

La Scuola Primaria di Varazze ha aderito alla Giornata Mondiale per il Clima

Mattina di venerdì 9 ottobre 2020, gli alunni della Scuola Primaria “Giuseppe Massone” di Varazze, con i loro insegnanti, hanno aderito alla protesta mondiale di Fridays For Future “Scendiamo in piazza per il Clima”, sfilando con cartelli e striscioni lungo il perimetro interno del cortile, nel rispetto delle norme di sicurezza imposte dall’emergenza epidemiologica da covid-19, per dire ancora una volta, forte e chiaro, “alle persone che sono al potere delle Pubbliche Amministrazioni locali, regionali e nazionali, di dare priorità alla sopravvivenza dell’umanità piuttosto che all’avidità di pochi“.

Il cambiamento climatico deve essere trattato come una crisi, che necessita di urgenti interventi mirati e finalizzati al contenimento di: alluvioni, siccità, incendi, uragani, distruzione dei raccolti, migrazioni di milioni di persone a causa della crescente desertificazione, consumo del suolo, inquinamento di terra, mare e aria. Una potenziale e devastante crisi climatica, che le persone al potere non possono più continuare a ignorarla o negarla, ma devono prenderne piena coscienza e agire con urgenza “senza se e senza ma“.

L’iniziativa degli alunni della scuola varazzina, di aderire alla manifestazione dedicata alla sostenibilità climatica e alla salvaguardia del pianeta, si prefigge di promuovere le buone pratiche da mettere in atto nella vita di ogni giorno di tutti i cittadini, nessuno escluso. Soprattutto, non facciamoci influenzare negativamente da periodiche notizie su crinali comportamenti: stoccaggio di rifiuti in capannoni abbandonati, poi dati alle fiamme; sversamenti di liquidi industriali inquinanti e percolato in ruscelli, fiumi e mare; discariche abusive di grandi e piccole dimensioni; ecc.

Contrastare la sempre più pressante problematica, non è un’impresa facile da realizzare; ma, se ognuno di noi, grandi o piccini, dedichiamo un poco della nostra attenzione e un corretto comportamento, nel rispetto dell’ambiente e soprattutto di noi stessi, chissà … forse ce la possiamo fare. Facciamolo!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: