Attualità

Genova: Salone Orientamenti, per il futuro e la ripresa

Pur in tempi non propizi, si è aperto il venticinquesimo Salone Orientamenti, primo evento nazionale su orientamento, formazione e lavoro che ha, come motto ed auspicio l’espressione “saper cambiare”! L’inaugurazione, con ospiti di primo piano, ha avuto luogo ieri,  martedì 10 novembre, alle ore 9,30, alla presenza del Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti e, in collegamento da Roma, del Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina; l’evento è stato visto da un pubblico di oltre 22.000 persone sulle piattaforme web e social e, per tre giorni, dal 10 al 12 novembre, più di 300 i webinar – web seminar – ed eventi si potranno seguire sulla piattaforma www.saloneorientamenti.it ,che sostituirà integralmente, quest’anno, la manifestazione dedicata a orientamento, formazione e lavoro, l’anno scorso evento di successo con  100mila presenze, oggi impossibile da tenere in presenza a seguito delle normative anti coronavirus.

Così si è espressa in merito l’Assessore alla formazione della Regione Liguria, Ilaria Cavo: “Era importante esserci. Il Salone Orientamenti ha saputo cambiare e i numeri delle iscrizioni che sono arrivate alla nostra piattaforma online , con la sua proposta di incontri, testimonial, stand, formazione professionale, si rapporta con Università e aziende, ma soprattutto con i giovani, che stanno rispondendo iscrivendosi, con gli insegnanti e soprattutto i genitori. La cosa più importante  è dire ai ragazzi di non fare scelte non consapevoli, quest’anno più che mai. Pensare a un percorso di studi superiore, università o lavoro, capire che scorsa accade è fondamentale. Una ricerca dice che a livello nazionale i ragazzi si orientano poco, fanno scelte tendenzialmente autonome ma senza informarsi adeguatamente. Credo che il messaggio che deve arrivare è quello di fare le proprie scelte libere ma consapevoli. E anche per questo motivo la piattaforma resterà anche alla fine di questi tre giorni, e penso che sarà anche implementata per rimanere un punto di riferimento”.

Giovanni Toti, presidente di Regione Liguria, ha consegnato, nell’occasione, un riconoscimento a Greta Stella, una delle ambasciatrici del “saper cambiare” e ha affermato: “Non aver rinunciato a fare questo Salone è un segnale importante che diamo all’Italia. A Orientamenti si impara una vita e il mestiere e, in questa stagione di crisi, si imparano anche nuovi schemi, conoscere nuove prospettive. Tanti sono gli spunti e gli aiuti che Orientamenti sa proporre ai giovani ed è bello che la risposta sia così importante”.

Il Sindaco di Genova, Bucci, ha così salutato l’evento: “Saper cambiare vuol dire reagire. Prendere la crisi e affrontarla con forza e coraggio tirando fuori il meglio di ognuno. Penso al nostro Ponte Genova San Giorgio. La squadra “Per Genova” qui oggi rappresentata da Pietro Salini ha saputo cambiare il modo di lavorare in Italia. Webuild ha fatto a Genova quello che ha sempre fatto nel mondo dimostrando che anche in Italia è possibile lavorare con concretezza e passione”.

Piero Salini, ceo di Webuild, ospite d’onore dell’inaugurazione del Salone Orientament, si è, a sua volta, così espresso: “Si può fare tutto. Non ci sono limiti scritti alla inventiva e alla capacità. Non molti credevano ci saremmo riusciti ma ha vinto l’amore per il proprio lavoro, la sfida. Ha vinto la voglia di riuscire a fare le cose. Il messaggio di Orientamenti è quello di cercare la vostra strada e fare la cosa di cui si è felici. Fate qualcosa che vi faccia alzare con gioia per creare qualcosa di positivo. Per me Genova è il modello dell’amore e del “Saper fare”.

In collegamento con Roma, è pervenuto il video di saluto del ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina che così ha dichiarato:. “Ringrazio chi ha promosso un evento di così alto pregio, nonostante le difficoltà. Questa manifestazione l’avete resa più accattivante, a partire dal tema, il saper cambiare bisogna applicarlo anche nella scuola. Lo abbiamo fatto in questi ultimi mesi e lo faremo anche a fine di questa pandemia. Dobbiamo guardare al futuro, navigando senza perdere la rotta, non a caso la manifestazione di cui parliamo da 25 anni si tiene a Genova, città di navigatori. Anche un solo ragazzo che attraverso questa piattaforma virtuale riuscirà a trovare la propria strada sarà una vittoria”.

Salone della scuola, della formazione, dell’orientamento e del lavoro, quest’anno è possibile visitare l’intero Salone in modalità virtuale, parlare con gli espositori e partecipare a webinar, convegni e incontri.

Nell’area “Conosci la formazione” Docenti, tutor ed esperti dell’Università di Genova accoglieranno i visitatori  negli stand virtuali e saranno a disposizione per  tutte le informazioni utili sui corsi e sulle modalità di iscrizione.
Nell’area test e colloqui si potrà provare di con un test orientamento ed intrattenersi per un colloquio individuale con consulenti di orientamento. Ugualmente,  molti altri stand virtuali saranno consultabili per avere risposte su tutti i servizi agli studenti e per seguire le Presentazioni di tutti i corsi di laurea UniGe!

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: