Economia

A fine pandemia molte aziende italiane saranno comprate nei saldi dallo straniero!

Una prospettiva allarmante che dai modelli su cui si fonda del capitalismo

L'Italia agli ItalianiL'Italia agli Italiani
L'Italia agli Italiani
L’Italia agli Italiani

La distruzione creativa (in tedesco schöpferische Zerstörung), pure nota come burrasca di Schumpeter , è una nozione delle scienze economiche associato dagli anni cinquanta all’economista austriaco Joseph Schumpeter, che l’ha desunta dal lavoro di Karl Marx rendendola popolare come teoria dell’economia dell’innovazione e del ciclo economico .

Secondo Schumpeter, la “burrasca di distruzione creativa” rappresenta il “processo di mutazione industriale che rivoluziona incessantemente la struttura economica dall’interno, distruggendo senza sosta quella vecchia e creando sempre una nuova”.

Nella teoria economica marxista, il concetto si riferisce più in generale ai processi collegati di accumulazione e distruzione della ricchezza sotto il capitalismo.

Il sociologo marxista tedesco Werner Sombart è stato accreditato per l’iniziale menzione di questi termini nella sua opera “Krieg und Kapitalismus” (Guerra e capitalismo) del 1913.

Nel precedente lavoro di Marx, tuttavia, il concetto di distruzione o annichilamento creativo (in tedesco Vernichtung) determina non solo il fatto che il capitalismo distrugge e riconfigura gli ordini economici precedenti, ma che deve anche svalutare incessantemente la ricchezza esistente (sia attraverso la guerra, l’abbandono o crisi economiche regolari e periodiche, epidemie e malattie ) al fine di spianare il terreno per la creazione di nuova ricchezza.

Ecco perché in base ai modelli su cui si fonda del capitalismo possiamo immaginare che tra qualche mese i titoli dei giornali saranno pieni di operazioni relative a passaggi di mano di imprese italiane verso lo straniero…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: